Accompagnare l’intrapresa sociale

di

Quando Officine Culturali cominciò a disegnare il progetto poi candidato a Fondazione CON IL SUD, già si avvertiva la centralità del trinomio cultura-agricoltura-natura, nonché del focus sull’apicoltura, un’attività molto presente nel passato del territorio vizzinese ma sempre meno praticata nel presente; un’attività eppure foriera di economie interessanti, ed anche di simbologie utili nelle aree interne, laddove si possano osservare comunità operose e solidali al pari delle api.

La possibilità di creare un’alternativa allo spopolamento delle aree interne, ed in particolare del territorio di Vizzini, trovava concretezza nello stimolo alla creazione di un nuovo soggetto imprenditivo sociale che si facesse carico delle attività culturali, educative e turistiche al Castello – ex carcere mandamentale, e del ramo agro-alimentare collegato alla ampia varietà di prodotti e servizi che il mondo apistico può generare. Una connotazione ibrida ispirata da un lato all’interesse per l’economia sociale, dall’altro ai risultati delle cosiddette imprese coesive, capaci di tessere legami forti con il contesto di riferimento al proprio interno.

L’ingaggio delle persone partecipanti è partito già nel 2021, prima approfittando della rete di relazioni generate dalla mappatura di comunità e poi, grazie ad una call pubblicata su social network e veicolata tramite whatsapp, con una serie di colloqui one-to-one (dicembre 2021) che hanno permesso un reciproco scambio con circa una trentina di persone interessate. Il gruppo che poi ha deciso di aderire al percorso partito a gennaio 2022 è variegato per età, sesso (con una forte prevalenza femminile), competenze pregresse.

Dopo un percorso di formazione teorica d’aula curata dal Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente – Unict all’intenso e lungo periodo di apicoltura biologica “on the job” presso gli apiari del progetto, è stato affiancato un altrettanto intenso modulo di accompagnamento alla creazione di impresa sociale, curato da Officine Culturali con Michele Caruso, dottore commercialista e consulente d’impresa.

Gli incontri di accompagnamento, partiti nella primavera 2022, stanno consentendo alle persone partecipanti di confrontarsi con le complessità dell’avvio di un’attività economica, ma anche con le opportunità che questo può comportare. Quali forme giuridiche e gestionali adottare, quali assetti organizzativi assumere, quali linee di business sociale perseguire, come curare i rapporti con le comunità di riferimento e con i portatori d’interesse: sono queste le tracce su cui si sta articolando l’accompagnamento. Ma non può passare in secondo piano la necessità di tenere sempre al centro il frame valoriale in cui l’iniziativa si colloca, tra riscatto di aree interne svantaggiate e rafforzamento di pratiche solidali di comunità, capaci di intervenire su diseguaglianze sociali e divari territoriali con protagonismo e progettualità. Per questo valore sociale della cultura, agricoltura sociale, contrasto alle povertà educative, inclusione delle persone fragili e svantaggiate, e sviluppo locale nelle aree interne sono stati tutti temi che hanno trovato il proprio necessario spazio all’interno del percorso di accompagnamento e capacitazione, secondo un approccio sempre ibrido e aperto alle contaminazioni intersettoriali.

Tutti gli incontri di formazione e affiancamento, i confronti e i momenti di dialogo, affiancati alle attività di “BeeDINI – Vizzini 2030”, stanno accompagnando il gruppo verso la costituzione di uno scenario di autoimprenditorialità agroalimentare e culturale, che si tradurrà nella costituzione di una cooperativa sociale con sede a Vizzini.

Regioni

Ti potrebbe interessare

BeeDini – Vizzini 2030: si aprono i lavori

di

Il 23 giugno 2020 ha preso il via il progetto “BeeDini – Vizzini 2030”  sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD grazie al...

CUNTA IL SUD – Voci dal territorio

di

CUNTA IL SUD – Voci dal territorio nasce dall’incontro e il confronto tra realtà che lavorano nel sociale attraverso una “Comunità di...

Conoscere il territorio e la comunità: gli studenti e le studentesse del Liceo Secusio

di

Come fare per comprendere le relazioni di un territorio e della sua comunità? Per BeeDINI – Vizzini 2030 abbiamo scelto di iniziare...