Torna Storie Cucite: 1 e 9 ottobre formazione online su inbook e inclusione a scuola

di

SALENTO- L’inclusione a scuola può avvenire anche attraverso i libri. Si può utilizzare la CAA (comunicazione aumentativa alternativa), infatti, in diversi contesti e tra questi anche quello scolastico. Servono, però, delle competenze. E serve avere chiaro un punto: la CAA non è relativa al singolo bambino con disabilità, ma mette in relazione tutti, creando un vero contesto di classe inclusivo e accessibile.

Partono da questo presupposto i nuovi due incontri di formazione online di Storie Cucite, l’azione progettuale volta all’inclusione sociale portata avanti nell’ambito di “Leggere tra due mari”, progetto di rafforzamento delle biblioteche pubbliche del Salento nato da un’idea delle associazioni “Libera Compagnia” di Aradeo e “Amici della Biblioteca” di Tuglie, grazie al sostegno di Fondazione CON IL SUD e Centro per il libro e la lettura, con la collaborazione di Anci e il patrocinio dell’Associazione italiana biblioteche e del Polo Biblio-Museale di Lecce. Partner attivi per questa azione sono il Parco regionale Costa Otranto-S.M. di Leuca-Bosco di Tricase, la Biblioteca comunale “G. Rizzo” di Cavallino, la Biblioteca comunale di Aradeo, la casa editrice Storie Cucite e il Cts Lecce.

Nel dicembre scorso, il primo step di formazione. Poi, un lungo lavoro sotterraneo di relazioni e studio. A settembre, Storie Cucite è stata presentata nell’ambito del festival pugliese Lettori alla Pari, che ha anticipato la due giorni di questa prima metà di ottobre. Gli incontri sono online, gratuiti, rivolti a genitori, bibliotecari, insegnanti e a tutti coloro che sono interessati a conoscere il modello Inbook.

Si riparte, dunque, questo venerdì 1 ottobre, dalle 16 alle 18. Dopo l’introduzione di Francesco Minonne, referente per il progetto e membro del comitato esecutivo del Parco Otranto-Leuca, relaziona Giuseppina Murciano, psicologa e counselor in Antropologia Personalistica Esistenziale, esperta in relazioni di aiuto. Per anni ha lavorato nell’ambito del privato, come socia e docente di formazione dei corsi di counseling tenuti dall’associazione “L’Albero Maestro”. E’ vicepresidente di Angsa Lecce (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) e si occupa di temi come l’inclusione e l’accessibilità nel sociale. E’ anche referente del Parco Costa Otranto-Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase per l’accessibilità. A lei segue Francesca Drogo, insegnante presso l’Istituto comprensivo Rezzato (Bs). E’ anche strumentista e utilizza la CAA quotidianamente in classe con i suoi bambini, soprattutto quando sono presenti alunni con disabilità: tutti alla pari, insomma, come segno di vera inclusione e partecipazione condivisa. Chiude Maurizio Molendini, docente di matematica e fisica dal 1992, specializzato sul sostegno dal 2001. Dal 2006 è docente responsabile, consulente e formatore del Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie & Disabilità per la provincia di Lecce con formazione MIUR. Ha conseguito competenze specifiche nel campo dell’inclusione scolastica di alunni con Bisogni Educativi Speciali e degli ausili relativi. Docente formatore dal 2019 per la Mondadori Education e Rizzoli Education S.p.A. nel progetto “Formazione su Misura – Scuola Oggi Domani”, ha curato la progettazione, la realizzazione e la gestione del Portale del CTS e dei suoi sportelli territoriali, come lo sportello Autismo, lo sportello di CAA e lo sportello Cyberbullismo.

Sabato 9 ottobre, invece, si continua dalle 10 alle 12: dopo l’introduzione di Luisa Carretti, co-founder e responsabile editoriale di Storie Cucite, si susseguiranno tre relazioni. La prima è quella di Luca Errani, educatore dell’Arche Comunità l’Arcobaleno di Bologna: parlerà del lavoro di Arche con il laboratorio di traduzione di CAA, delle attività svolte e dei progetti fatti insieme alla casa editrice Storie Cucite.
La seconda relazione è di Elvira Zaccagnino, direttore editoriale di “edizione la meridiana”: illustrerà la sua collana di inbook “Parimenti” per giovani adulti e la collaborazione con Accaparlante.
Infine, Luca Cenci, educatore del CDH e della cooperativa sociale Accaparlante, parlerà del lavoro in associazione  e della collaborazione con la casa editrice “la meridiana”.
Si punta, dunque, a far capire l’importanza della CAA e dei percorsi educativi per l’inclusione di persone con disabilità, perché diventino attori sociali attivi e contrastare ogni forma di pregiudizio.
Qui il form da compilare per iscriversi: https://forms.gle/RLpD6pRsD21rW1iL9.

Regioni

Ti potrebbe interessare

“La Cultura che resiste”: dialogo online sul Salento che reagisce alla pandemia

di

Bibliotecari, librai, editori indipendenti, attori, registi, cantanti, responsabili di musei: il 27 marzo alle ore 17.30 tavola rotonda sulle forme di resistenza culturale nel Salento durante la pandemia in diretta fb sulla pagina di "Leggere tra due mari"

La lettura nei luoghi più inconsueti: ecco l’estate di “Leggere tra due mari”

di

 Due campi scuola, undici appuntamenti in cinque mesi, numerosi laboratori, nove comunità mobilitate: “Leggere tra due mari” porta la lettura nelle periferie del sapere, con un cartellone di azioni da giugno a ottobre nel Salento.

“Streghe”: le donne salentine troppo libere protagoniste di “Letti in Piazza”

di

A metà tra esseri sovrannaturali e donne ordinarie, forse semplicemente forse troppo libere, tanto da destare paura e stupore e pertanto chiamate "Streghe". Saranno loro le protagoniste del secondo appuntamento con "Letti in Piazza", a Diso (Lecce), il 25 agosto

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK