La via della pozzolana di Barile

di

Continuano con grande entusiasmo e partecipazione le escursioni “Sentieri del Vulture”, organizzate dai nostri partner di progetto Circolo Sva Legambiente Potenza su tutto il territorio del Vulture.

Lo scorso 8 ottobre siamo stati a Barile, uno dei 9 comuni rientranti all’interno del Parco naturale regionale del Vulture.  Il paese si trova a 660 mt sul livello del mare sul versante orientale dell’antico vulcano ormai spento.

L’escursione “l𝗮 𝘃𝗶𝗮 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝗽𝗼𝘇𝘇𝗼𝗹𝗮𝗻𝗮 𝗱𝗶 𝗕𝗮𝗿𝗶𝗹𝗲” ha preso il via dalla stazione ferroviaria di Barile, nei pressi di una cantina storica che produce un ottimo Aglianico del Vulture e dove in questo periodo si attende con entusiasmo l’arrivo della vendemmia.

Il gruppo ha continuato la sua strada attraverso un sentiero che la guida ha battezzato il sentiero della “pozzolana,” grazie alla presenza delle diverse cave di questo speciale materiale, utilizzato già al tempo dei romani.

Il primo tratto si è stato caratterizzato da una lunga salita fino a raggiungere la fascia fitoclimatica del castagno, dove hanno potuto ammirare i ricci che si schiudevano e si adagiavano sul terreno vulcanico a formare una sorta di lettiera pungente. Continuando sul percorso, gli escursionisti sono giunti alla grande croce, eretta nei primi anni del 2000, la quale segna il confine amministrativo con il comune di Rionero in Vulture. Proseguendo ancora, hanno raggiunto la fontana forbice e il rifugio forestale dove hanno goduto dello scenario della raccolta delle castagne.

Nel percorso di ritorno una deviazione li ha condotti all’interno di una cava di pozzolana dismessa, enorme con ancora alcuni attrezzi abbandonati e che venivano utilizzati per la frantumazione delle rocce vulcaniche. Durante questa tappa la guida ha colto l’occasione per parlare dell’importanza economica e storica della pozzolana nel territorio del Vulture.

Seguiteci sulle nostre pagine social per rimanere aggiornati sulle iniziative in programma.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Il cammino dell’uomo nel Museo del Vulture

di

Il Museo del Vulture offre un viaggio a ritroso nel tempo e a fargli loro da compagne sono le muse della natura: Fauna, Flora e Gea.

Il museo dell’Arte Arundiana di Sant’Ilario

di

Il museo dell’Arte Arundiana di Sant'Ilario rappresenta un’immersione nel mondo della canna mediterranea chiamata “arundo-inis”.

Puliamo il mondo 2020 ai laghi di Monticchio

di

Piatti, bicchieri, mascherine, mozziconi di sigarette sono stati i rifiuti più raccolti nei boschi di Monticchio durante Puliamo il mondo 2020