Presentati i risultati del progetto A.R.C.A.

di

Sono stati presentati presso la sede della Cooperativa sociale Il Delfino, a Castiglione Cosentino, i risultati e l’esperienza del servizio di housing sociale che Il Delfino ha realizzato in questi 4 anni a vantaggio delle famiglie che hanno avuto un disagio economico, sociale e abitativo. Questo programma è stato finanziato dalla Fondazione con il Sud e cofinanziato dallo stesso Delfino. I progetti di housing sociale nascono per dare risposte immediate a questo disagio abitativo e per realizzare progetti di inclusione sociale che aiutano le famiglie a superare definitivamente la condizione di povertà economica e relazionale.

Quello presentato dal Delfino è il primo progetto di housing sociale realizzato in Calabria.

Obiettivi

L’obiettivo generale consiste nel potenziare l’offerta di housing sociale quasi assente in Calabria. In particolare si intende:

  • Rispondere a bisogni abitativi diffusi e garantire l’accesso di soggetti in condizioni di vulnerabilità ad un alloggio adeguato, favorendo l’acquisizione di condizioni di autonomia socio-economica;
  • Offrire alla comunità una Cittadella del sociale.

Le strutture

La prima fase del progetto, partito nel 2019, ha visto la ristrutturazione di due palazzine, portando come risultato la riqualificazione scenica del paesaggio. Il progetto ARCA infatti coniuga strategie di qualificazione e rilancio di uno specifico contesto socio-ambientale, evitando ulteriore consumo di suolo attraverso una valorizzazione di fabbricati pre-esistenti, e calibrando le azioni a una domanda socio-abitativa e di servizi non soddisfatta e dispersa sul territorio.

Nel 2020 si sono conclusi i lavori e sono stati consegnati i due fabbricati:

• Una palazzina di tre piani che ospita 4 mini-alloggi destinati alle famiglie (16 posti letto complessivamente)
• Un fabbricato di oltre 300 mq che ospita il centro sociale polivalente, da utilizzare come palestra, cinema, sala convegni, sala per attività ludiche, ricreative, artistiche.

I servizi alle famiglie
Le altre fasi progettuali hanno visto l’erogazione di servizi alle famiglie che hanno alloggiato nei mini appartamenti. Nello specifico le famiglie sono state inserite in un percorso così articolato:

• Accesso ad alloggi temporanei
• Presa in carico sociale al momento dell’ingresso, con la redazione di un Piano Sociale Individuale da parte dell’assistente sociale e dell’educatore professionale, finalizzato a stabilire una strategia e un piano d’azione per l’acquisizione di un’autonomia socio-economica
• Sostegno all’inserimento lavorativo con consulenze di orientamento, bilancio di competenze (per gli adulti)
• Tirocini formativi in azienda (per gli adulti)
• Orto sociale (i destinatari hanno avuto a loro disposizione il terreno agricolo circostante di circa 3 ettari per dedicarsi all’agricoltura con la possibilità consumare i prodotti derivanti da queste attività)
• Laboratori con attività creative, motorie e ludiche dedicati ai bambini.

I servizi dedicati alla comunità

Il centro polivalente ha ospitato eventi di interesse generale e, nei periodi estivi, attività ludiche, sportive e laboratoriali dedicate in particolare ai bambini ospiti dell’housing sociale ed ai bambini di tutto il territorio di Castiglione Cosentino.

L’orto sociale ha coinvolto le famiglie beneficiarie dell’housing sociale e gli utenti dell’adiacente Comunità terapeutica riabilitativa “Eden”. I prodotti dell’orto sono stati a disposizione delle stesse famiglie e della Comunità Terapeutica, inoltre nelle stagioni delle raccolte più ricche e copiose sono stati donati alle mense curate dagli enti ecclesiastici delle vicinanze.

Questi servizi hanno contribuito a garantire un incremento dei tempi e degli spazi di socializzazione e interazione tra la popolazione locale e le famiglie destinatarie del progetto.

Il network

Rispetto al partenariato iniziale, il network è stato ampliato notevolmente con le adesioni dei Comuni di Casali del Manco e Castrolibero e con il sostegno di:

SERVIZI SOCIALI DEI COMUNI
CENTRI ANTIVIOLENZA
CENTRI DI ACCOGLIENZA SAI
ASSOCIAZIONE A.E.O.P SAN PIETRO IN GUARANO
ASSOCIAZIONE S.A.L.O UCRAINA
ASSOCIAZIONE PARTECIPAAZIONE
ASSOCIAZIONE NEMO Cosenza
ASSOCIAZIONI PER ATTIVITA’ LUDICO RICREATIVE
BANCO ALIMENTARE DI COSENZA
PARROCCHIE DI BUONVICINO, DIAMANTE, FAGNANO E MARCELLINA

Questi enti si sono distinti con il loro sostegno e la loro partecipazione attiva soprattutto quando, dopo l’inizio del conflitto armato in Ucraina, il progetto ha risposto all’emergenza aprendo le porte a famiglie in fuga dalla guerra a partire dal mese di marzo 2022.

I numeri del progetto

N. 2 fabbricati ristrutturati
N. 4 miniappartamenti approntati per accogliere le famiglie (con n. 16 posti letto complessivi)
N. 15 nuclei familiari accolti ed accompagnati verso l’autonomia socio-economica (n. 48 persone complessivamente, di cui n. 26 adulti e n. 22 minori)
N. 16 tirocini formativi attivati
N. 11 imprese del territorio che hanno attivato tirocini formativi
N. 20 minori iscritti agli istituti scolastici del territorio di vari ordini e grado, dalla materna fino alle superiori di secondo grado.

La foto gallery dell’evento

Regioni

Ti potrebbe interessare

La rete solidale si allarga

di

Grazie al progetto di housing sociale A.R.C.A. è stato possibile accogliere famiglie provenienti dall’Ucraina fin dalle prime settimane di esodo e con la costruzione di una rete solidale è stato possibile dare loro sostegno materiale e morale.

Assegnati i primi alloggi sociali del progetto A.R.C.A.

di

Tra agosto e novembre 2020 sono stati assegnati 3 dei 4 alloggi sociali creati nell'ambito del progetto A.R.C.A. a Castiglione Cosentino. Una volta pronta la palazzina e con gli appartamenti ormai completi di arredi e tutto l’occorrente per accogliere i beneficiari, grazie alla collaborazione degli enti del network territoriale di ARCA, sono state individuate alcune famiglie dalle caratteristiche giuste per entrare nel progetto.

“NON SONO UN MURALES – SEGNI DI COMUNITA’” 1 OTTOBRE ORE 18 CERIMONIA DI INAUGURAZIONE A CASTIGLIONE COSENTINO

di

Il Centro di Solidarietà Il Delfino e il Comune di Castiglione Cosentino, con il progetto di housing sociale A.R.C.A. sostenuto da Fondazione CON IL SUD, partecipano all’iniziativa "Non sono un murales - Segni di Comunità", evento promosso da Acri in occasione della nona Giornata europea delle fondazioni. Castiglione Cosentino si aggiunge alle 120 città italiane coinvolte nel progetto che realizzeranno un’opera d’arte corale mettendo a disposizione uno spazio pubblico ben visibile a chiunque si rechi nel centro storico del paese. Un gruppo di ragazzi di Castiglione Cosentino insieme ai beneficiari del progetto A.R.C.A., guidati dallo street artist Amaele Serino, realizzeranno un grande murale sulle mura di una costruzione ubicata all'ingresso del centro storico.