SCUOLA IN PIAZZA

di

Quando la voglia di imparare e leggere è tanta le mura non possono limitarla e allora viva la SCUOLA IN PIAZZA!

La scorsa settimana abbiamo ripreso il bibliotour nelle scuole arrivando a Rossano Paese. Grazie al supporto delle insegnanti e dei dirigenti scolastici che ci hanno sostenute nel portare la lettura ai bambini e alle bambine della scuola “San Domenico”.

Scuola in piazza!

La Piazza Steri di Rossano Paese si è trasformata in un’agorà grazie alla presenza del bibliocamper e di tanti piccoli lettori e lettrici. Una mattinata all’insegna della lettura per comprendere il presente grazie al libro “Cos’è un rifugiato” di Elise Gravel, 2021, HarperCollins.

Attraverso le parole delicate di Elise Gravel, il libro vuole essere uno strumento per rispondere ai “perché” dei bambini. Chi sono i rifugiati? Perché devono lasciare la loro casa? Come possono essere accolti?

Siamo tutti uguali

Spesso si pensa che i bambini non capiscano ciò che accade eppure con tutti e tutte loro abbiamo potuto constatare quanto le guerre, da quella in Ucraina a quella in Afghanistan siano folli. Razzismo, sessismo e discriminazioni di ogni genere sono ingiuste perché apparteniamo tutt* ad un unica specie, quella umana.

Scopri di più sulla nostra pagina Facebook!

Regioni

Ti potrebbe interessare

NEWS CONCORSO

di

In arrivo per voi importanti news dal concorso artistico-letterario "La città in cui vivo". Iscrizione prorogata al 25 aprile 2021.

#16 IL CASTELLO NELL’UOVO

di

Il consiglio di lettura di oggi ci viene suggerito da Bakary e Luisa, autori del libro "Il castello nell'uovo". Un viaggio iniziato da Nerekoro, in Mali, raccontato a quattro mani insieme a Luisa Concetti, in cui Bakary, protagonista e co-autore, ha dovuto attraversare 10 paesi. Tra prigione e trafficanti di essere umani, il mare gli ha permesso di raggiungere le coste italiane in cerca di un futuro migliore!

#22 IO COME TE

di

Un libro profondo che ci porta nel mondo degli "invisibili" invertendo i "ruoli" grazie alla decisione del protagonista, Luca, che colpito dal senso di colpa dall'aver assistito ad un terribile atto di violenza verso un senzatetto, Rajiva, decide di andarlo a trovare in ospedale e prendere il suo posto a lavoro: il venditore di rose.