Terra Aut, prende forma la “Bottega Solidale” che ospita prodotti solidali e liberi dalla mafia

di

Comincia a prendere forma la Bottega Solidale di Terra Aut. Gli scaffali iniziano a riempirsi di prodotti etici e solidali che raccontano di come l’agricoltura sociale possa generare opportunità di lavoro, di economica, di inclusione, diritti, di legalità. Le prime produzione che stanno trovando posto sono quelle realizzate dalla cooperativa sociale Altereco, che gestisce il bene confiscato alla mafia in agro di Cerignola e che vede il suo sogno di agricoltura sociale diventare ancora più forte grazie al progetto  “Il fresco profumo della libertà”,  selezionato nell’ambito della quarta edizione del Bando Beni Confiscati alle mafie 2019, promosso dalla Fondazione CON IL SUD insieme alla Fondazione Peppino Vismara.

Grazie al progetto, infatti, la struttura che fino a pochi mesi fa era inutilizzabile e diroccata ha ormai preso le sembianze di un B&B, una struttura ricettiva capace di accogliere turisti, visitatori e pellegrini. E nello stesso immobile trova spazio anche la Bottega Solidale per la produzione e la vendita di prodotti a km 0. Come le confetture di uve e ciliegie, le melanzane alla brace, le zucchine grigliate sott’olio d’oliva, il patè di cime di rapa, la passata di pomodoro biologica, le olive Bella di Cerignola “la Teutonica”, il vino “Rosso Libero – Michele Cianci”. Sono alcuni dei prodotti che nascono dal lavoro sui terreni confiscati alla criminalità organizzata che vede impegnati migranti tolti dalle maglie del caporalato, persone che vengono dal circuito della giustizia riparativa, ex-detenuti. La Bottega Solidale ospiterà anche altri prodotti etici e solidali realizzati da diverse realtà del territorio e al suo interno sarà avviata la progettazione di una etichetta partecipata per favorire vendita e commercializzazione dei prodotti.

La ristrutturazione dell’immobile restituito alla comunità dopo la confisca alla criminalità cerignolana, è la metafora ideale di quello che in tutti questi anni si sta compiendo su “Terra Aut” attraverso il lavoro di agricoltura sociale portato avanti da Altereco. Un lavoro che non hai mai perso di vista la filosofia che sta alla base del suo progetto: prendersi cura della terra e delle persone, soprattutto di quelle che per i motivi più diversi vivono in condizioni di disagio. E’ da qui che si è partiti per trasformare un luogo simbolo del potere criminale in avamposto di legalità, di economica sostenibile, di lavoro regolare, di sviluppo, di antimafia sociale.

Il progetto “Il fresco profumo della libertà” promosso dalla cooperativa sociale Altereco coinvolge diversi partner pubblici e privati: Fondazione dei Monti Uniti di Foggia, Associazione Volontari Emmanuel, Comune di Cerignola, Al di là dei sogni Cooperativa sociale onlus, UN SORRISO PER TUTTI Società Cooperativa Sociale ONLUS, Associazione Terra!Onlus, Cooperativa sociale L’Abbraccio, Oltre Rete di imprese, Sindacato pensionati italiani CGIL, Ufficio Locale di Esecuzione Penale Esterna di Foggia.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Mamadou e la lingua della terra che non conosce confini

di

Mamadou parla bene la lingua della terra. Perché è una lingua universale, che non conosce confini, barriere, pregiudizi. Mamadou l’ha perfezionata impegnandosi...

“Terra Aut”, studenti a scuola di antimafia sui beni confiscati

di

«Sono motivato dalla voglia di scoprire la bellezza e le potenzialità di questo territorio, troppo spesso raccontato dalle cronache solo per gli...

I prodotti “liberati” dalla mafia di Terra Aut sbarcano sull’e-commerce etico e sostenibile gioosto.com

di

Puoi trovarci la passata di pomodoro biologico, la confettura extra di ciliegie, le melanzane alla brace sott’olio, il succo di melagrana biologico,...