“Hopeificio”, gli studenti a videolezione per scoprire i benefici dell’agricoltura sociale e conoscere l’olio “Volìo

di

Un’occasione per parlare, raccontare e far conoscere il progetto “Hopeificio” e per condividere con i più giovani l’importanza di sviluppare concreti percorsi sociali e lavorativi dedicati a persone che provengono da situazioni di fragilità. Le ristrettezze relazioni causate dalla pandemia non hanno permesso l’incontro in presenza, ma quello che ha animato la mattinata di oggi è stato comunque un bel momento di incontro e riflessione. Perché gli operatori della cooperativa sociale Ortovolante hanno potuto incontrare a distanza gli studenti dell’istituto “Fiani-Leccisotti” di Serracapriola per illustrare le attività di agricoltura sociale portate avanti nei vari territori della provincia di Foggia ed in particolare attraverso il progetto “Hopeificio”, sostenuto da Fondazione CON IL SUD, che ha l’obiettivo di chiudere la filiera corta di produzione di “Volìo”l’olio extravergine d’oliva dal gusto dell’inclusione sociale e lavorativa.  Un prodotto di qualità, che coniuga gusto ed inclusione sociale.

Francesco De Pasquale, vice-presidente, e gli operatori Domenico Melchiorre e Paolo D’Amelio, dunque, sono intervenuti nell’ambito della videolezione “Ghettizzazione e nuove forme di razzismo nell’Italia di oggi”, puntando l’attenzione sui benefici prodotti dalle attività di agricoltura sociale e sul tema dell’emarginazione sociale legata ai disagi psicologici. Animato dalla professoressa Simona Cologna, l’incontro ha permesso ai giovani alunni di scoprire l’iniziativa che da circa tre anni coinvolge un gruppo di beneficiari con disabilità psichica nella campagna olearia sui terreni dell’ASP “Castriota e Corroppoli” di Chieuti. Leccino, Peranzana, Frantoiana, Provenzale. Sono tante le varietà delle olive raccolte sui terreni, così come sono tante le diversità che si intrecciano in questo cammino che restituisce speranza ed inclusione socio-lavorativa a chi vive una condizione di disagio. Per gli studenti, dunque, si è trattato di un importante momento di formazione non solo i progetti di agricoltura ed inclusione sociale portati avanti in questi anni, ma anche per migliorare il loro legame con il territorio e tutti i frutti che la terra ci offre.

Agricoltura biologica, innovazione ed inserimento socio-lavorativo sono quindi le parole d’ordine del progetto promosso dalla cooperativa sociale Medtraining e sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD, a cui fanno parte diversi partner pubblici e privati: ASP “Castriota e Corroppoli” di Chieuti; cooperativa sociale Ortovolante; Comuni di Chieuti e Serracapriola; Asl Foggia – Dipartimento di Salute Mentale e Servizio per le Dipendenze; A.DA.SA.M – Associazione Dauna per la Salute Mentale; Associazione Tutti in Volo onlus.

Regioni

Ti potrebbe interessare

“Hopeificio”, parte la trinciatura dei residui della potatura per ridurre le emissioni di gas serra

di

Non bruciano più i residui di potatura ma li trinciano per conservare l’anidride carbonica nel terreno e ridurre le emissioni di gas...

L’olio “Volìo” in lingua arbëreshë, nasce a Chieuti ”Mall, vaj ulliri ekstra virgjër”

di

L’olio “Volío” per valorizzare e promuovere la cultura delle minoranze linguistiche arbëreshë della provincia di Foggia. La cooperativa sociale Ortovolante ha realizzato una...

“Volío”, l’olio che trasforma il disagio in inclusione socio-lavorativa

di

L’olio “Volío” è pronto. Le olive raccolte sui terreni dell’ASP “Castriota e Corroppoli” di Chieuti si sono trasformate nell’olio extravergine d’oliva dal gusto...