Politeia: conclusi i 4 workshop (tras)formativi sulla generatività sociale

di

Nel merito del progetto Politeia, co-finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo nell’ambito del Bando AICS ECG 2021 lotto 1, la Fondazione Comunitaria di Agrigento e Trapani continua a guidare l’azione progettuale del networking e dello stakeholder engagement sui temi della Inclusive Green Economy. L’azione, attivata nel territorio del calatino, mira a creare alleanze e reti fiduciarie, coinvolgendo istituzioni, enti del terzo settore, imprese e cittadini e promuovendo la co-progettazione di iniziative e programmi per lo sviluppo locale sostenibile.

Anche in Politeia la Fondazione adotta il paradigma della generatività sociale come approccio per innescare cambiamenti positivi a livello sociale, economico e ambientale, sempre nell’ottica di una crescita comunitaria generata dalla stessa comunità. Azioni generative sistemiche che vedono convergere forze diverse per affrontare le sfide sociali, ambientali ed economiche nell’area del calatino, per massimizzare l’effetto e la sostenibilità delle stesse azioni.

Le attività della Fondazione stanno permettendo di creare una piattaforma di partecipazione e di catalizzazione di risorse, offrendo allo stesso tempo agli attori locali supporto nei termini di condivisione delle conoscenze e facilitazione nel tradurre le idee in azioni tangibili.

Da maggio a giugno, è stata realizzata la prima parte del percorso formativo: 4 workshop (tras)formativi che si sono svolti nelle città di Ramacca, Caltagirone, Mazzarrone e Vizzini coinvolgendo numerosi cittadini, enti del terzo settore, pubbliche amministrazioni e aziende.

I workshop si sono focalizzati sulla generatività sociale come strumento per promuovere il cambiamento e la creazione di valore sociale. I partecipanti hanno potuto far proprio il metodo, sono stati stimolati alla creatività e all’immaginazione collettive, hanno appreso l’importanza del patto generativo e come esso possa guidare e sostenere l’azione comunitaria nel lungo termine.

Ogni workshop è stato strutturato in modo interattivo utilizzando diverse tecniche partecipative. Questo ha permesso ai partecipanti di condividere esperienze, punti di vista, sogni e aspirazioni per l’impatto sociale del territorio.

Il punto di arrivo è stato armonizzare i loro contributi nel Patto Generativo di Comunità. Il Patto è adesso in fase di stesura collettiva fino al 28 settembre, giorno in cui verrà organizzato a Caltagirone l’evento celebrativo di restituzione e sottoscrizione del Patto.

Dal Patto Generativo si passerà ad ottobre alla seconda parte del percorso di accompagnamento: 10 incontri finalizzati a supportare gli attori locali nella costituzione di un’organizzazione di comunità che co-progetti degli interventi ad impatto sociale in risposta ai bisogni dell’area del calatino, in particolare azioni di promozione dell’inclusione sociale e di cura delle fragilità. Tutto ciò promuovendo alleanze ibride tra società civile e pubblica amministrazione.

Se sei un cittadino o un’organizzazione dell’area del calatino e vuoi far parte della futura organizzazione di comunità o vuoi contribuire anche tu alla scrittura del Patto Generativo, puoi scrivere un’email a: segreteria@fcagrigentotrapani.it.

 

Regioni

Ti potrebbe interessare

Fa Bene Sicilia vince la call “Road to Social Change” di UniCredit

di

La Cooperativa Sociale di Comunità Fa Bene Sicilia ha vinto la call 2022 di “Road to Social Change” di UniCredit, per la...

Una nuova alleanza per lo sviluppo locale: siglato protocollo d’intesa con il Comune di Petrosino 


di

La Fondazione Comunitaria di Agrigento e Trapani e il Comune di Petrosino hanno sottoscritto un accordo di collaborazione finalizzato a promuovere azioni congiunte...

#ApeOperosa: costruttori di ponti… e di case per le api

di

La cooperativa sociale Al Kharub di Agrigento realizzerà il proprio laboratorio di falegnameria per la costruzione di attrezzature di apicoltura: un laboratorio per salvaguardare l’ape...