Youth Social Changemakers: al via le attività per formare i giovani promotori del cambiamento

di

Come si possono sviluppare le cosiddette “soft skills”, ovvero le capacità relazionali e comportamentali, le abilità cognitive e altri specifici tratti della personalità degli adolescenti promuovendone al tempo stesso la cittadinanza attiva? L’innovazione a scuola può migliorare la qualità di vita della comunità in cui si trova? L’apprendimento non formale può migliorare le performance e le capacità misurate dai sistemi formali?

Queste sono alcune delle premesse sulla base delle quali abbiamo “costruito” il progetto Youth Social Changemakers, attualmente in corso, che vedrà gli studenti del Liceo Artistico dell’Istituto “Rosina Salvo” di Trapani e dell’Istituto Tecnico di Saragozza (Spagna) mettersi in gioco in un percorso fatto di scoperta, “imparare facendo” e innovazione per i prossimi 2 anni.

Il percorso, incentrato su temi quali finanza etica, project design, design thinking e project management, prevede una prima fase di training e formazione, una seconda di “sfida” (i partecipanti saranno suddivisi in gruppi per lo sviluppo di idee progettuali tematiche) ed una terza finale di implementazione (i vincitori del contest dovranno utilizzare un “budget” dedicato per sviluppare le idee progettuali selezionate e gli altri team potranno supportare i vincitori durante le fasi di sviluppo e supervisionare i lavori dei team vincitori nel Paese partner).

Grazie alla stipula di un protocollo d’intesa tra la Fondazione Comunitaria di Agrigento e Trapani, capofila del progetto, e il Liceo Artistico dell’Istituto “Rosina Salvo” di Trapani, il percorso varrà per le ragazze ed i ragazzi come PCTO – Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento.

Le attività

Nel mese di ottobre sono state avviate le attività di formazione non formale: durante i primi workshop i ragazzi e le ragazze hanno potuto approfondire le opportunità offerte dall’Unione Europea, misurarsi nella costruzione di una definizione del concetto di cittadinanza attiva e riflettere sulla relazione che c’è tra business ed etica attraverso sessioni di brainstorming ed attività laboratoriali. 

Grazie alla piattaforma di e-learning sviluppata dal partner di progetto, Instituto IKIGAI, ogni tema affrontato con le ragazze ed i ragazzi potrà essere ulteriormente approfondito attraverso moduli didattici interattivi sviluppati per promuovere l’acquisizione di competenze digitali e interculturali attraverso la sperimentazione e il confronto tra pari. Per la stessa ragione sono state programmate alcune sessioni transnazionali attraverso cui promuovere la conoscenza reciproca, l’apprendimento tra pari ed il confronto su strumenti collaborativi.

Nel mese di novembre è avvenuto il primo incontro in cui i ragazzi italiani e spagnoli hanno potuto iniziare a conoscersi e a costruire insieme, attraverso sessioni di brainstorming facilitate dai tutor delle due organizzazioni partner, il concetto di cittadinanza attiva.

A proposito di Youth Social Changemakers

Il progetto Youth Social Changemakers, Reshaping youth role in societies and fostering social cohesion through bottom-up solutions generation (Project n° 2021-2-IT03-KA210-YOU-000049530) è un progetto finanziato dal programma Erasmus + della Commissione Europeaa (attraverso l’Agenzia Nazionale per i Giovani) nell’ambito dell’azione KA2 Small Scale Cooperation Partnership.

Il progetto mira a promuovere il protagonismo giovanile e la cittadinanza attiva degli adolescenti attraverso un innovativo modello basato su educazione non formale e learning by doing. L’azione mira a promuovere al tempo stesso l’empowerment degli adolescenti e la resilienza delle comunità locali dato che i partecipanti, dopo una prima fase di formazione, si cimenteranno in una challenge “sfida” dedicata allo sviluppo di iniziative volte al miglioramento del welfare delle comunità in cui vivono. 

Il progetto, avviato ufficialmente a marzo, coinvolgerà per i prossimi due anni gli adolescenti dei territori delle province di Agrigento e Trapani (Italia) e di Saragozza (Spagna) e sarà portato avanti parallelamente dalla Fondazione Comunitaria di Agrigento e Trapani e dall’Instituto Ikigai (Spagna).

Partners

  • Fondazione Comunitaria di Agrigento e Trapani – Italia (coordinatore)
  • INSTITUTO IKIGAI, Asociaciòn Espanola Para El Emprendimiento Y El Desarrollo Personal Y Profesional – Spagna

Altre informazioni

Scopri di più sul progetto sulla nostra pagina dedicata e seguici su Facebook e Instagram.
Contatta Mariacristina Morsellino: m.morsellino@fcagrigentotrapani.it

Regioni

Ti potrebbe interessare

Santo Stefano Quisquina – Al via il Progetto di Rigenerazione sociale e culturale dei Borghi finanziato dal PNRR

di

“Terre di Cieli, Acqua e Pietre” è il titolo del progetto di rigenerazione culturale e sociale che prende il via a Santo...

Prendono il via le attività del progetto T.R.A.P. all’Istituto Walden di Menfi.

di

Nel mese di aprile è stata avviata l’esperienza pilota “Youth Bank”, un percorso laboratoriale realizzato nell’ambito del progetto T.R.A.P. – Tutt* Rivendichiamo...

Drop-in, al via le esperienze per giovani con la prima tappa da nord a sud

di

Da 3 al 5 maggio si è svolta nell’agrigentino la prima tappa delle esperienze di scambio per giovani previste dal progetto Drop-in...