Animali da cortile e orto: l’Ecoparco tra flora e fauna

di

orti

Il 4 Novembre hanno avuto inizio i lavori di riqualificazione degli orti

Parte l’attività che renderà gli orti incolti coltivabili e produttivi nell’ambito delle attività previste dal progetto CometaPark. In particolar modo orti quadrati e le attività di carattere educativo e ricreativo destinate all’agricoltura sostenibile di miele, olive ed erbe aromatiche.

L’emergenza sanitaria ha influito negativamente, così come nella maggior parte dei settori economico- produttivi nazionali e internazionali, anche sulla pianificazione di tutte le attività, che hanno subito una rimodulazione.
Vi porteremo alla scoperta di quelle che saranno le principali attività del nostro fantastico eco-parco, ristabilendo quel contatto con la natura che ci sembra ormai così lontano!

Orto quadrato: una vera e propria rivoluzione!

 

La cooperativa sociale Capovolti, nonché la cooperativa capofila dell’intero progetto ha sviluppato in collaborazione con Vilmorin Italia un modello innovativo di agricoltura sociale: gli orti quadrati.
Si tratta di un orto che:

  • registra una produttività maggiore rispetto a quello tradizionale
  • consente di conoscere le stagionalità e il ciclo di vita degli ortaggi
  • spiega le tecniche colturali come le rotazioni e le consociazioni.

Questo strumento è applicato sia in ambito didattico-ludico, socioriabilitativo e di formazione.

L’orto quadrato copre una superficie totale di circa 1,5 mq ed è diviso in 9 quadrati che consentono di produrre 9 ortaggi diversi: inoltre, va a potenziare diverse aree cognitive.

Tra queste, come le abilità spazio-temporali, la concentrazione, l’attenzione e la manualità fine e complessa. Inoltre, la predisposizione a prendersi cura delle piante induce l’emersione di stati emotivi semplici e complessi e soprattutto educa alla pazienza e al rispetto di tempi, non più stabiliti meccanicamente dall’uomo, ma scanditi dalla natura stessa. Pochi metri quadri saranno uno scrigno di colori e saperi da custodire gelosamente.

L’ Ecoparco non solo a misura d’uomo!

È la pet therapy la grande novità del parco Cometa.

Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Il termine fu usato negli anni sessanta dallo psichiatra statunitense Boris Levinson, che aveva osservato i benefici prodotti su un paziente l’interazione con il suo cane Jingles.

Il rapporto uomo-animale ha effetti positivi sulla sfera emozionale dell’individuo che si apre al mondo circostante, implementando nuove strategie comunicative.

 

#cometapark Eco-parco #CoMeta sta arrivando!
●  Coop. soc. Capovolti (capofila)
Coop. soc. Cava Felix Impresa sociale (partner)
Coop.soc. S.T.A.L.K.E.R. (partner)
Fondazione Comunità Salernitana onlus (partner)
Colline Salernitane (partner)
Mestieri Campania Cons. Coop.soc. (partner)
Legambiente Campania onlus (partner)
AICCON – Associazione Italiana per la Promozione della Cultura della Cooperazione e del Non Profit
La Città della Luna Cooperativa Sociale

Regioni

Ti potrebbe interessare

L’Api Park: nell’ecoparco un percorso didattico tra le arnie

di

Api Park: Cometa Park  ha al suo interno anche un’area dedicata alle Api! La natura ha tanto da insegnarci per questo il...

Il Polmone Verde di CometaPark? Le Foreste

di

La giornata internazionale delle foreste fu istituita nel 2012 dalle Nazioni Unite per accrescere la consapevolezza dell’importanza di tutti gli alberi che...

All’ecoparco l’Area Camper: un’area riservata ai camperisti

di

Cometa Park  avrà al suo interno anche un’area camper che sarà adibita e attrezzata per chi viaggia in camper e vuole sostare...