Animali da cortile e orto: l’Ecoparco tra flora e fauna

di

orti

Il 4 Novembre hanno avuto inizio i lavori di riqualificazione degli orti

Parte l’attività che renderà gli orti incolti coltivabili e produttivi nell’ambito delle attività previste dal progetto CometaPark. In particolar modo orti quadrati e le attività di carattere educativo e ricreativo destinate all’agricoltura sostenibile di miele, olive ed erbe aromatiche.

L’emergenza sanitaria ha influito negativamente, così come nella maggior parte dei settori economico- produttivi nazionali e internazionali, anche sulla pianificazione di tutte le attività, che hanno subito una rimodulazione.
Vi porteremo alla scoperta di quelle che saranno le principali attività del nostro fantastico eco-parco, ristabilendo quel contatto con la natura che ci sembra ormai così lontano!

Orto quadrato: una vera e propria rivoluzione!

 

La cooperativa sociale Capovolti, nonché la cooperativa capofila dell’intero progetto ha sviluppato in collaborazione con Vilmorin Italia un modello innovativo di agricoltura sociale: gli orti quadrati.
Si tratta di un orto che:

  • registra una produttività maggiore rispetto a quello tradizionale
  • consente di conoscere le stagionalità e il ciclo di vita degli ortaggi
  • spiega le tecniche colturali come le rotazioni e le consociazioni.

Questo strumento è applicato sia in ambito didattico-ludico, socioriabilitativo e di formazione.

L’orto quadrato copre una superficie totale di circa 1,5 mq ed è diviso in 9 quadrati che consentono di produrre 9 ortaggi diversi: inoltre, va a potenziare diverse aree cognitive.

Tra queste, come le abilità spazio-temporali, la concentrazione, l’attenzione e la manualità fine e complessa. Inoltre, la predisposizione a prendersi cura delle piante induce l’emersione di stati emotivi semplici e complessi e soprattutto educa alla pazienza e al rispetto di tempi, non più stabiliti meccanicamente dall’uomo, ma scanditi dalla natura stessa. Pochi metri quadri saranno uno scrigno di colori e saperi da custodire gelosamente.

L’ Ecoparco non solo a misura d’uomo!

È la pet therapy la grande novità del parco Cometa.

Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Il termine fu usato negli anni sessanta dallo psichiatra statunitense Boris Levinson, che aveva osservato i benefici prodotti su un paziente l’interazione con il suo cane Jingles.

Il rapporto uomo-animale ha effetti positivi sulla sfera emozionale dell’individuo che si apre al mondo circostante, implementando nuove strategie comunicative.

 

#cometapark Eco-parco #CoMeta sta arrivando!
●  Coop. soc. Capovolti (capofila)
Coop. soc. Cava Felix Impresa sociale (partner)
Coop.soc. S.T.A.L.K.E.R. (partner)
Fondazione Comunità Salernitana onlus (partner)
Colline Salernitane (partner)
Mestieri Campania Cons. Coop.soc. (partner)
Legambiente Campania onlus (partner)
AICCON – Associazione Italiana per la Promozione della Cultura della Cooperazione e del Non Profit
La Città della Luna Cooperativa Sociale

Regioni

Ti potrebbe interessare

Le associazioni e gli Enti a lavoro decidono le attività!

di

Giovedì 14 ottobre si è svolta la riunione operativa dell’area animazione per Cometa Park. L’ecoparco turistico-naturalistico è incastonato nella cornice dei Monti Picentini,...

All’ecoparco l’Area Camper: un’area riservata ai camperisti

di

Cometa Park  avrà al suo interno anche un’area camper che sarà adibita e attrezzata per chi viaggia in camper e vuole sostare...

Il recupero e la riqualificazione dei terreni incolti: il contributo del progetto “Co.Meta”

di

La progettazione dell’ecoparco è stata realizzata a partire dal contesto iniziale, con l’obiettivo di una riqualificazione fisica di terreni abbandonati.  La collinetta...