Il percorso sensoriale di CometaPark al DMED 2024

di

Si è conclusa domenica 26 maggio la tre giorni di Salone della Dieta Mediterranea 2024 che si è tenuto al NEXT di Capaccio-Paestum. L’evento, organizzato da Consorzio EDAMUS, ha coinvolto tante attività del nostro territorio e ha visto la presenza di numerosi turisti e appassionati stranieri.

Stand

Anche quest’anno abbiamo portato al nostro stand i prodotti coltivati in agricoltura sociale a CometaPark, l’ecoparco frutto della rigenerazione di terreni abbandonati grazie al progetto sostenuto da Fondazione CON IL SUD ed ENEL Cuore. L’olio EVO e l’1.0 sono stati i protagonisti delle tre giornate di DMED per la qualità del prodotto e per l’importanza della produzione che tiene conto del lavoro di persone con fragilità e svantaggio che lavorano all’interno dell’ecoparco.

OrtoQuadrato

L’OrtoQuadrato installato all’ingresso di NEXT ha attirato l’attenzione e la curiosità dei visitatori, sorpresi nel vedere un piccolo orto che presenta al suo interno una grande varietà di ortaggi e di fiori. L’orto da città sviluppato dalla Cooperativa Sociale Capovolti è più redditizio di un orto tradizionale a terra ed è accessibile da persone con fragilità psichica o ridotta mobilità.

Percorso sensoriale

La novità che abbiamo presentato quest’anno al DMED è stato il percorso sensoriale ideato dalle operatrici di CometaPark per mettere alla prova grandi e piccoli sui temi della natura. Il percorso prevede l’uso dei sensi, come il tatto, per riconoscere piante e frutti e l’olfatto per distinguere il profumo di un miele o dell’olio; nasce da un’attività del progetto HABITAT, sostenuto dall’8×1000 Soka Gakkai, per reintrodurre e salvaguardare la biodiversità all’interno di CometaPark. Il gioco prevede anche un punteggio e dei primi in palio: dall’accesso all’area pic-nic dell’ecoparco gratuitamente per tutta la famiglia alla partecipazione ai laboratori che si terranno nei prossimi mesi.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Infrastrutture turistiche a basso impatto: l’area camping nel bioparco!

di

CometaPark si sviluppa in un’area vasta pensata per essere anche una ricezione turistica a basso impatto, proprio perché si agisce in termini...

La pacciamatura: come CometaPark protegge il suo orto

di

La pacciamatura è una pratica con cui è possibile prevenire la crescita delle erbe infestanti, isolare le radici dalle basse temperature e permettere...

Porte aperte a CometaPark: relax e immersione nella natura

di

Alla fine dell’estate, dopo il caldo afoso, CometaPark ha dato il benvenuto a tante nuove attività che animeranno l’ecoparco nei prossimi anni....