Supportare i progetti di recupero dei giovani…

di

Fare il pasticcere dovrebbe essere una sorta di vocazione, come per ogni lavoro , ed i  nostri due “giovani”, hanno appreso questo concetto alla lettera !! Il lavoro del pasticcere prevede conoscenze che includono anche la chimica e la fisica degli alimenti e questo li spinge ancor più all’approfondimento della materia. Supportare i progetti di recupero dei giovani presenti nel carcere minorile di Nisida, attraverso la formazione e la dignità del lavoro, è un qualcosa di “speciale”. Continua senza sosta e con ottimi risultati , la sfida portata avanti dal “monelli tra i fornelli”.

Regioni

Ti potrebbe interessare

La fede: una luce nelle tenebre.

di

La fede è un qualcosa di profondo, misterioso, dogmatico. La fede è in grado, per chi è capace di accoglierla, di dare...

La sartoria sociale Harlequin il BIL tra teoria e prassi

di

Il progetto Sartoria Sociale Harlequin nasce dal desiderio e dall’esigenza di creare un ambiente di lavoro fondato sull’uguaglianza e sull’altruismo, in grado...

L’orto in-festato di amore e dedizione da Giuseppe Pellegrino. Un altro modo di “piantare” benessere.

di

Giuseppe Pellegrino, titolare dell’agriturismo biologico “Piccapane”, sta curando, presso la sezione maschile dell’istituto penitenziario di Lecce, un progetto che si pone come...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK