I CALABRESI ALL’ASSEMBLEA COSTITUENTE 1946-1948

di

In occasione di “Lib(e)riamoci in Città. Letture per crescere insieme”, non perdete la presentazione del libro I calabresi all’Assemblea Costituente 1946-1948 a cura di Vittorio Cappelli e Paolo Palma – Editore Rubbettino.

La presentazione si terrà domenica 20 marzo presso la biblioteca “F. Pometti” di Corigliano Paese alle ore 17:30. L’iniziativa rientra all’interno dell’evento “Lib(e)riamoci in Città. Letture per crescere insieme” pensato e fortemente voluto dall’Assessorato alla Cultura, guidato da Alessia Alboresi.

Il ruolo dei calabresi nella Costituzione

Il 2 Giugno 1946 gli italiani  scelsero la Repubblica come forma di governo dell’Italia democratica ed elessero anche i deputati all’Assemblea Costituente che avrebbe materialmente scritto la Costituzione.

In quella Assemblea, i cui lavori durarono fino alle elezioni del 1948, la Calabria era rappresentata da un significativo gruppo di deputati, ciascuno dei quali diede il suo contributo alla nascita della Costituzione e del nuovo stato democratico.

Dopo una accesa campagna elettorale, che rappresentò per la nazione la ripresa della vita democratica, la Calabria elesse all’Assemblea Costituente i suoi deputati, provenienti dalle varie zone del territorio regionale ed espressione di quasi tutto l’arco politico. Fra questi ricordiamo i coriglianesi Costantino Mortati e Vincenzo Tieri.

Problematiche affrontante in Parlamento

I Costituenti portarono nell’aula parlamentare i problemi più disparati, dai conflitti agrari nel catanzarese alla situazione alimentare in provincia di Reggio, dalle agitazioni provocate nel cosentino e le mancanze di pane e farina. Già attuali le carenze sanitarie riscontrabili in più luoghi della regione e ancora i disagi nei trasporti, la situazione dell’edilizia scolastica e gli scontri politici tra fazioni contrapposte che nella regione fecero registrare spiacevoli fatti di cronaca.

Quale sia stato il contributo dei deputati calabresi viene evidenziato nel recente volume I calabresi all’Assemblea Costituente 1946-1948”, realizzato dall’Istituto Calabrese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea (ICSAIC), operante a Cosenza dal 1983 e attualmente con sede presso la Biblioteca “Tarantelli” dell’Unical.

Il volume è stato curato da Paolo Palma e Vittorio Cappelli, rispettivamente presidente e direttore scientifico dell’Istituto, e edito da Rubettino.
La pubblicazione è costituita da due parti: la prima raccoglie le biografie dei 24 costituenti calabresi mentre la seconda parte, di stampo documentario, propone una antologia degli atti parlamentari riguardanti la Calabria prodotti in quel biennio.

Cappelli e Palma hanno coordinato un gruppo di studiosi, docenti universitari e soci dell’Istituto per ricostruire la biografia di uno o più Costituenti, alcuni dei quali già oggetto di studi e pubblicazioni.

Per tale occasione la Biblioteca Pometti propone dei testi  interessanti riguardanti i due costituenti  che hanno rappresentato la Città di Corigliano: Vincenzo Tieri  e Costantino Mortati.

                             

Regioni

Ti potrebbe interessare

LA CONSIGLIERA ALESSIA ALBORESI DONA L’INTERA SAGA DI HARRY POTTER

di

La storia del mago più famoso del mondo entra così a far parte dei titoli presenti all'interno del Bibliocamper ÀNCORA QUA che presto si rimetterà in viaggio per portare la cultura a tutti e tutte.

#24 I SEGRETI DELLA MENTE

di

#NAVIGANDOVERSOILNATALE in un mare di libri tappa di navigazione #24 I segreti della mente di Vittorino Andreoli, edito da Rizzoli. “Favorire le relazioni è...

APERTO IL PRIMO OBCZ DELLA PROVINCIA DI COSENZA

di

Apre primo punto di scambio di libri (OBCZ) della provincia di Cosenza presso la biblioteca "F. Pometti" di Corigliano- Rossano. Grazie al Bookcrossing, una rete diffusa in tutto il mondo, è possibile mettere in contatto le persone attraverso la lettura.