BIBLIOTECA GALLEGGIANTE

di

Durante il nostro viaggio abbiamo incontrato la Biblioteca Galleggiante di TIP Teatro a Lamezia Terme, molto più che una semplice biblioteca. Scoprite con noi perché! 

“La fantasia è un posto dove ci piove dentro” scriveva Italo Calvino e la Biblioteca Galleggiante di Lamezia Terme ama navigare in quel mare e spesso ci si tuffa! E a noi che piace immergerci in storie da raccontare non poteva sfuggire questa magnifica realtà calabrese.

BIBLIOTECA GALLEGGIANTE
Biblioteca Galleggiante, Lamezia Terme

Abbiamo avuto il piacere di approfondire e conoscere meglio Domenico D’Agostino, responsabile della Biblioteca e Dario Natale, Direttore Artistico di TIP Teatro durante Biblio-Inclusivi, il percorso di formazione da noi organizzato per operatori dei servizi bibliotecari e operatori culturali per la costruzione di una Biblioteca più inclusiva.

Lo spazio

La Biblioteca Galleggiante dello Spettacolo “TIP Teatro” nasce a fine 2016 dall’esigenza dell’Associazione Scenari Visibili di trovare una casa adatta alle proprie attività di compagnia teatrale e di associazione culturale e trova casa in un antico palazzo del ‘600 sapientemente “bonificato”. Lo spazio è strutturato in tre ambienti diversi:

  1. La sala “Beck to Beck” (omaggio a Julian Beck), dove ospitare principalmente eventi, laboratori, proiezioni, riunioni;
  2. Il “Canyon Inverso”, un lungo e stretto corridoio che ospita mostre ed esposizioni;
  3. Il Foyer-Biblioteca vera e propria.

All’interno sono presenti anche un angolo ristoro “Bistrot”, uno per l’ascolto dei cd e dei vinili “Soundcorner”, uno per lo scambio gratuito di libri “Bookcrossing” e diverse postazioni di lavoro e lettura.

Biblioteca Galleggiante: l’idea

La Biblioteca Galleggiante dello Spettacolo è stata fondata con l’idea di conservare, tutelare e rendere fruibile un patrimonio librario e audiovisivo quasi totalmente inerente alle arti e allo spettacolo. Classici della drammaturgia mondiale, classici della poesia, testi tecnici, concernenti la critica, manualistica, generalità (dizionari specifici, enciclopedie di settore) testi divulgativi, in questo luogo è possibile respirare il teatro fin dalla carta stampata!

Collezioni e fondi della Biblioteca

Due fondi, in particolare, rappresentano il fiore all’occhiello del patrimonio della Biblioteca Galleggiante: il primo è il fondo Perrella, una cospicua donazione (circa 4.500 documenti) consistente soprattutto in volumi sul cinema (3.000 monografie e riviste, con alcune rarità) e documenti audiovisivi (circa 1.500 DVD); il secondo fondo è della Nuova Drammaturgia, che vuole strizzare l’occhio alla letteratura drammatica contemporanea. Attraverso questo fondo la Biblioteca stringe rapporti con case editrici indipendenti e raccoglie le donazioni delle compagnie teatrali che, transitando nei suoi spazi, lasciano spesso in donazione le loro opere.

Inoltre, la Biblioteca Galleggiante dello Spettacolo è molto attenta all’ascolto e non perde occasione di raccogliere le istanze e le esigenze degli utenti, degli iscritti ai corsi teatrali e di chiunque proponga miglioramenti e acquisizioni. Allo stesso modo è una realtà dinamica in continuo divenire pronta ad aprire il sipario e far salire sul palco scuole, compagnie teatrali e tantissime iniziative culturali.

Conoscete altre realtà culturali al Sud? Raccontatecele! 

Come? Basta scrivere una mail a: raccontailsud@gmail.com

Siamo curiose di scoprire altre voci dal territorio!

#culturalsud #cuntailsud

Regioni

Ti potrebbe interessare

BISOGNA LEGGERE!

di

Per sognare non bisogna chiudere gli occhi, bisogna leggere. Paul-Michel Foucault Con questa frase di Foucault sventolata davanti i nostri occhi abbiamo...

DIRITTO DI ASCOLTARE UNA STORIA

di

Il diritto di ascoltare una storia è una cosa seria! Eccone una per la Giornata Mondiale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza tratta da "I viaggi di Giovannino Perdigiorno" di Gianni Rodari.

#9 I COLORI DELLE EMOZIONI

di

#NAVIGANDOVERSOILNATALE in un mare di libri tappa #9 I colori delle emozioni, consiglio di lettura di mamma Luciana e il piccolo Francesco.