Sport per tutti: divertimento, sfide e gioco con le mosse degli scacchi

di

Gioco da tavolo, arte, sport, gioco di strategia e intelligenza: questi sono soltanto alcuni modi di definire gli scacchi, un’arte molto antica, che continua ad affascinare tutt’oggi adulti e bambini in tutto il mondo. «Studiare gli scacchi stimola la mente sviluppando le capacità logiche, migliora la memoria e la concentrazione, stimolando la creatività, specie nei più piccoli, permette di trasmettere quei valori educativi e culturali come la lealtà, il confronto e il rispetto reciproco delle regole». Con queste parole, l’istruttore di scacchi Massimo Meli mette in risalto l’importanza di questa disciplina sportiva.

Da ottobre 2022, l’Oratorio San Filippo Neri di Catania, tra le numerose attività per ragazzi e adulti promosse ogni anno, ha deciso di attivare un corso gratuito dedicato proprio all’insegnamento e al gioco degli scacchi, in collaborazione con l’Associazione Scacchistica Etnea. L’attività, gestita dal responsabile Massimo Meli, è rivolta a tutte le fasce d’età «sia a chi si avvicina per la prima volta al mondo degli scacchi, sia a chi ha già qualche nozione. In particolare ci sono ragazzi dai 6 anni ai 13 anni e anche qualche adulto, con la partecipazione di tante bambine»; i partecipanti fanno parte del contesto dell’Oratorio e una buona parte proviene dal Villaggio Dusmet e dai quartieri circostanti. Il corso si svolge con cadenza settimanale ogni giovedì, in un’ampia aula dell’Oratorio, articolandosi in due ore di lezione: dalle 17:30 alle 18:30 per i più piccoli e dalle 18:30 alle 19:30 per i più grandi.

Proprio le parole dell’istruttore Massimo permettono di comprendere bene in cosa consiste, nello specifico, l’attività: «L’attività della quale mi occupo consiste nell’insegnamento del gioco degli scacchi a bambini e adulti. Dopo aver spiegato le regole del gioco e il movimento dei pezzi, i corsisti sono invitati a giocare delle partite tra di loro. Per fare questo mi avvalgo di una scacchiera grande “didattica” con pezzi magnetici, facilmente visualizzabile da tutti, e diverse scacchiere “da tavolo”, di grandezza regolamentare, gommate tipo mousepad, con pezzi in silicone. Ogni incontro si struttura in due fasi: una, di più breve durata, specie per i più piccoli, dedicata all’insegnamento, con l’ausilio fondamentale della scacchiera didattica; una più lunga, dedicata al gioco a tavolino con le nostre scacchiere bianco/verdi e i pezzi in silicone. In alcuni allenamenti utilizziamo anche quiz scacchistici cartacei, utili per la valutazione e il miglioramento del bambino stesso nel percorso scacchistico. Alla fine di ogni corso è previsto un torneo con tutti i partecipanti».

L’introduzione di questa nuova disciplina, all’interno della variegata offerta di attività proposta dall’Oratorio San Filippo Neri di Catania, è stata accolta molto positivamente: «L’attività è stata accolta molto bene dai bambini/e che hanno visto negli scacchi una “naturale” analogia con altre attività agonistiche in cui il divertimento sta nello sfidarsi l’uno con l’altro! L’obiettivo da raggiungere è quello di coinvolgere sempre più utenti, specie bambini, lasciando loro un nuovo, sano e utile mezzo di divertimento e distrazione che li accompagnerà tutta la vita. Sono sicurissimo che la promozione di tali iniziative apporti dei benefici in un contesto come quello dell’Oratorio e del Villaggio Dusmet, magari riuscendo, in futuro, ad allestire uno spazio, all’interno dell’Oratorio, interamente dedicato agli scacchi, con postazioni permanenti di tavoli e scacchiere, in modo tale che gli utenti/bambini possano accedervi quando ne hanno voglia. Rispetto al contesto scolastico in cui, solitamente, si avvicinano agli scacchi bambini che sono già, in qualche maniera, appassionati, qui ho trovato anche dei bambini che per la prima volta sono entrati a contatto col mondo degli scacchi, magari venuti solo per curiosità».

Regioni

Ti potrebbe interessare

Prima il dovere e poi il piacere: doposcuola e sport per tutti!

di

Il nuovo anno scolastico è ormai cominciato da un po’, e con esso anche le aule dell’Oratorio San Filippo Neri di Catania...

Spazio al gioco per nuovi piccoli oratoriani del “Villaggio Dusmet” a Catania

di

Il gioco è un’attività imprescindibile per i bambini, in quanto permette loro di sperimentare, di imparare a conoscere se stessi e il...

Lezioni di zumba per promuovere lo sport e lo sviluppo territoriale

di

Lo sport rappresenta un importante strumento non soltanto per incentivare il benessere psico-fisico dell’individuo, ma anche un’opportunità per promuovere valori e legami...