La cultura al tempo del corona virus

di

La cultura al tempo del Coronavirus

Siti web per la cultura

 Eccoci qua, sul divano di casa nostra a cercare di dimenticare le ansie per il Coronavirus e a sopportare questa clausura involontaria, ma indispensabile per limitarne i danni. Così le belle visite alle città d’arte, ai musei, alle dimore storiche, gli appuntamenti a teatro e in libreria, fonte inesauribile di conoscenza e sapere sembrano relegate nell’angolo dei ricordi e in quello dei desideri attualmente irrealizzabili…

Il web ci viene incontro

Per fortuna, appena sono partiti i provvedimenti di emergenza più restrittivi, sul web si sono attivate tantissime nuove risorse, pronte a venirci incontro e farci fare un bel viaggio…

Un viaggio virtuale,si intende, ma ricco di sorprese che ci sapranno consolare del forzato riposo. Allontaniamo i pensieri negativi e utilizziamo questa interruzione dei ritmi consueti per sfruttare il tempo in casa come un’opportunità unica.

Dedichiamoci anche alle nostre passioni spesso trascurate, a riscoprire il gusto della lettura, della visione di un film che avevamo perso, e perfino di uno spettacolo creato apposta per noi!

Basta avere anche un semplice smartphone per accedere ad un mondo intero!

La solidarietà digitale

La prima iniziativa che vogliamo segnalare è quella messa in campo dal Ministero dell’Innovazione, con l’Agenzia per l’identità digitale, che possiamo raggiungere al link https://solidarietadigitale.agid.gov.it/#/.  Tutte le aziende, gli enti e le associazioni che intendono aderire possono mettere a disposizione degli utenti, in forma gratuita, anche per un periodo limitato o per il periodo dell’emergenza , dei servizi fruibili on line.

La piattaforma contiene programmi utili per lavorare da remoto, attraverso connettività rapida e gratuita e l’utilizzo di piattaforme di smart working avanzate. Permette anche di leggere dei giornali o dei libri gratuitamente, aiutare la didattica a distanza con piattaforme di e-learning, usufruire di servizi digitali online. Si propone di far svolgere on line attività proprie della vita di tutti i giorni, far mantenere contatti sociali, seguire le arti o la cucina.

Alle generose offerte di varie associazioni presenti si vanno aggiungendo sempre più servizi, grazie all’adesione di un numero sempre più ampio di enti e aziende. Invitiamo tutti, perciò, a seguire il link per scegliere i servizi che maggiormente interessano. E’ un’opportunità unica!

Una lista di siti “amici”

Le iniziative sul web si moltiplicano, e sembra che tutti i blogger, tutti gli spazi social delle varie realtà, anche del nostro piccolo territorio di Portici, facciano a gara per offrirci motivi per stare insieme e trascorrere il tempo senza soffrire troppo l’isolamento.

Proviamo quindi a dare qualche suggerimento: un piccolo elenco delle tante iniziative che musei, enti e associazioni hanno ideato per superare la barriera fisica, aiutati dalle moderne tecnologie.

I MUSEI

Partiamo dal MAV Museo Archeologico Virtuale, che ci è particolarmente caro perché vicino a noi territorialmente e unico nel suo legame con la nostra storia.

Ci offre ogni giorno, anche attraverso la sua pagina Facebook e il canale RAI CULTURA, esperienze di tour virtuali e di ricostruzioni in 3D di ambienti particolari degli scavi di Ercolano.

Una lista di dieci musei di rilievo internazionale (dalla Pinacoteca di Brera, al Prado, ai Musei Vaticani) che offrono tour virtuali è reperibile al seguente link: https://www.leggo.it/arte/musei_tour_virtuali-5109035.html

Altri musei internazionali raggiungibili dalla poltrona di casa sono:

il Met (Metropolitan Museum of Art- https://www.metmuseum.org/), che offre tour virtuali delle sue collezioni più celebri, con opere di Van Gogh, o Giotto, Pollock e tanti altri artisti del passato e contemporanei

il MoMa di New York www.moma.org ha messo on line le sue collezioni e documenti preziosi anche per gli addetti ai lavori

Anche Google col suo progetto Google Arts&Culture sta procedendo con una poderosa opera di catalogazione e archiviazione documentaristica di opere d’arte, con ricchi contenuti multimediali. Segnaliamo laa straordinaria retrospettiva sulle opere di Jan Vermeer, “Meet Vermeer”, realizzata grazie con un grande sforzo collaborativo tra 17 partner culturali. E’ fruibile attraverso una app di Google Arts&Culture che utilizza la realtà aumentata.

Grandioso è anche il progetto dell’Unesco dedicato soprattutto ai giovani, che raccoglie mappe, testi, foto, registrazioni e filmati di tutti i tempi. Spiega in sette lingue i gioielli e i cimeli culturali di tutte le biblioteche del pianeta sul sito https://www.wdl.org.

MUSEI per i bambini

Ha preso il via il 13 marzo grazie a La Melagrana http://www.lamelagrana.it/ la Discovery Museum Challenge : 10 giorni alla scoperta di siti archeologici, musei, dipinti e castelli, cui sono collegati giochi e quiz diversificati in base all’età.

Il 14 marzo è iniziato il primo Science Web Festival, (www.facebook.com/sciencewebFestival) con un programma fittissimo di laboratori ed esperimenti da fare a casa, grazie all’idea di Alessio Perniola, direttore di Multiversi, e con la partecipazione anche di ToScience e La Città dei bambini e dei ragazzi di Genova.

La Fondazione Musei Civici di Venezia dalla pagina Facebook (www.facebook.com/MUVEeducation) propone giochi da fare a casa con i bambini per scoprire i musei della città veneta.

Il MUSE di Trento (www.muse.it) propone quiz scientifici per grandi e piccini.

Una lista di link ai siti web dei musei di tutto il mondo che hanno messo on line tour virtuali si può trovare sul sito Didatticarte (www.didatticarte.it/Blog).  Cura anche, sulla sua pagina FB, una serie di attività e giochi didattici per bambini.

GLI SPETTACOLI

Anche diversi teatri e numerosi artisti nella gara di solidarietà

Molte agenzie culturali e tanti artisti hanno deciso di non fermarsi e rispondere alla propria vocazione culturale, aiutando i “confinati in casa” a trascorrere il tempo attraverso un dono immateriale che ci aiuta a rimanere umani.

Sì, #restiamoacasa, ma vincendo la fragilità di questo momento di irreale sospensione temporale con un messaggio di speranza e la solidarietà che ci aiuta a restare umani.

Naturalmente tutto è “work in progress”, perchè i cartelloni virtuali si aggiornano di continuo, e vale la pena di dare un’occhiata ai link che vi proponiamo, perché c’è davvero un mix incredibile di proposte, tutte dal vivo o disponibili in streaming.

  • Apriamo con la nutrita programmazione messa in piedi dalla inesauribile Ileana Bonadies, che da vera pioniera ha ideato per prima l’iniziativa “Be smArt. ContAgire in tempo di crisi . Va in diretta streaming sulle pagine Facebook di Quarta Parete https://www.facebook.com/quartaparete e di Radio Amore Campania https://www.facebook.com/radioamorena/. Un vero fiume in piena di contributi!

  • Un appuntamento imperdibile e sicuramente un’occasione unica per tutti è la proposta del Teatro di San Carlo di Napoli. Regala dalla sua pagina FB www.facebook.com/teatrodisancarlo/ a tutti gli appassionati una lista incredibile di spettacoli (concerti, opere e balletti) andati in scena nelle ultime stagioni. Offre inoltre appuntamenti quotidiani di didattica on line in prosecuzione del progetto Scuola InCanto.

  • La Compagnia del NEST offre spettacoli in diretta streaming sulle sue pagine ufficiali Facebook www.facebook.com/compagnianest e Istagram https://www.instagram.com/explore/locations/491756261/nest-napoli-est-teatro/ . L’iniziativa è nata grazie alla collaborazione di tanti artisti che si sono prestati ad andare in scena …da casa!

  • Un altro progetto culturale si trova ancora sulla pagina www.facebook.com/raccontiintempodipeste . E’ una sorta di Decamern contemporaneo, che regala ogni giorno, per 100 giorni, video con letture o racconti di vari artisti. Un momento di bellezza nato dall’idea di Sergio Maifredi e Corrado D’Elia.

  • Altre molteplici offerte si possono trovare ogni giorno sul sito dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli. Sulla sua pagina www.facebook.com/assessoratoallaculturaealturismodinapoli  si impegna con l’hashtag #nonfermiamolacultura a proporre una serie di concerti, spettacoli e poesie.

LE LETTURE

Anche le librerie, gli autori, i poeti si stanno sbizzarrendo con proposte di letture fatte per riscoprire un classico, suggerire un libro, sorprendere i bambini, raccontare una fiaba o declamare una poesia

Una gara per regalare bellezza e coltivare la sensibilità che ci aiuta a darci risposte positive, figurarci un tempo di pace, mantenere la salda convinzione che #celafaremo, come ci stiamo raccontando dai balconi di tutta Italia anche per esorcizzare le nostre paure più profonde.

Partiamo dallo storico programma radiofonico “Ad alta voce”. Va in onda in diretta dal lunedì al venerdì su Radio 3. Grazie a RaiPlay https://www.raiplayradio.it/programmi/adaltavoce/ offre una scelta ampissima di file da scaricare e ascoltare, tanti romanzi letti ad alta voce dai volti più noti dello spettacolo.

La Cineteca di Milano https://www.cinetecamilano.it/ propone lo streaming di una serie ricchissima di spettacoli televisivi e film.

Per parlare di iniziative nate nella nostra città, intorno alle nostre librerie costrette alla chiusura, ma sempre attive e in contatto con i lettori, segnaliamo:

  • La libreria Libridine sulla sua pagina FB www.facebook.com/LibreriaLibridine sta dedicando spazi quasi quotidiani agli autori, invitati a leggere in diretta anteprime dei loro libri, e propone quotidianamente giochi e letture, coinvolgendo specialmente i bambini.

  • La scrittrice e poetessa Maria Cristina Orga (Libreria Vocali) ha lanciato l’hashtag #Unapoesiacontrolapaura e propone un video al giorno sulla sua pagina FB www.facebook.com/Mariacristinaorga

  • La Mondadori ricorda che sono state rese tutte scaricabili gratuitamente i contenuti digitali per la didattica sul sito www.mondadorieducation.it

Ci fermiamo qui. L’elenco è lunghissimo, la lista si arricchisce ogni giorno di nuove iniziative e progetti. A voi, anzi, a noi, la scelta. Ricordando che l’arte è un patrimonio universale, che unisce tutte le generazioni, tutti i popoli, valica i confini e arricchisce il pensiero e il cuore.

L’arte può farci intendere cose che la ragione non comprende, può essere elemento rivoluzionario, soprattutto è un pilastro nella costruzione di un futuro migliore.

E vogliamo chiudere con la frase di Modigliani, scritta all’amico Oscar Chiglia nel 1905 : “Il tuo unico dovere è salvare i sogni”… ovvero, proprio quello che tutti insieme ci proponiamo di fare.

Antonella Renzullo per Tells Italy e Villa Fernandes

#restoacasamacisono #nonfermiamolacultura #salviamoisogni

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK