Le riflessioni dei tirocinanti di Bocconi sul progetto Utilità Marginale

di

Due tirocinanti che hanno accompagnato Fondazione Div.ergo-ONLUS nell’elaborare un social business plan sulla coltivazione di micro-ortaggi hanno commentato sui loro profili Linkedin l’esperienza di collaborazone con la nostra realtà.

Svolgere un tirocinio presso una realtà non-profit permette di migliorarsi non solo dal punto di vista delle competenze, ma anche e soprattutto da quello umano.
Grazie a questa esperienza ho potuto confrontarmi con una realtà, quella delle ONLUS, che per natura è soggetta a molti più ostacoli rispetto a una normale azienda, ma il cui impatto sulla società e sull’economia non è meno rilevante. Al contrario, il Terzo settore si fa portavoce di cause che ancora faticano a trovare consenso, soprattutto nella realtà aziendale italiana. Il progetto “Utilità Marginale” dimostra che, nelle giuste condizioni, anche i fattori produttivi messi solitamente al margine dalla nostra società sono in grado di creare valore.
Colgo l’occasione per ringraziare ancora una volta l’Università Bocconi e la Fondazione Div.ergo-ONLUS, così come la tutor Silvia Blasi e i miei colleghi Lavinia Scoyni e Weiheng Hu senza i quali questo progetto non sarebbe stato possibile.

Maria Sofia Trolli

 

Sono contento di aver concluso la mia esperienza in Div.ergo-Onlus insieme a Lavinia ScoyniMaria Sofia Trolli e Silvia Blasi, l’esperienza è stata molto significativa in quanto mi ha permesso di applicare le nozioni teoriche studiate all’università in una piccola realtà non profit e di capire che l’apprendimento non finirà al finire del periodo universitario.
È stato un piacere per me poter contribuire al miglioramento di un progetto come “Utilità Marginale” il cui obbiettivo consiste nel dare opportunità anche alle persone diversamente abili di creare valore per la società.
Sono molto orgoglioso che qualche giorno fa sono stati pure intervistati dalla Rai – Radiotelevisione Italiana menzionandoci sui loro canali social. Spero che questa realtà possa continuare a crescere e diventare un esempio per tutte le future imprese mostrando che anche le persone più “fragili” possono creare valore se messe nella condizione di farlo.

Weiheng Hu

Regioni

Ti potrebbe interessare

Al via i tirocini formativi per giovani con disabilità intellettiva

di

Sono state siglate presso il Centro per l’Impiego di Lecce le prime due convenzioni per l’avvio dei tirocini formativi retribuiti del progetto...

“I nostri micro-ortaggi stanno in un posto signorile”

di

Resoconto del tirocinio formativo per la coltivazione di micro-ortaggi in serra Giacomo e Chiara sono due tipi molto diversi tra loro. Lo...

SuperAbileINAIL – Disabilità e agricoltura. Stefano, Gianmarco e Lucio firmano il primo contratto

Recuperare terreni incolti e avviare al lavoro persone con disabilità intellettiva. Con il sostegno di Fondazione con il Sud e Enel cuore...