L’innovazione nell’economia sociale. Modelli vincenti anche a SUD

di

La Fondazione Div.ergo tra i vincitori

Lo scorso 4 giugno, la Fondazione Div.ergo-Onlus, capofila nel progetto Utilità marginale, è stata riconosciuta tra i cinque finalisti del premio “Angelo Ferro” per l’innovazione nell’economia sociale. Il premio di carattere nazionale istituito dalla Fondazione Zancan e da Fondazione Cariparo, in collaborazione con Intesa Sanpaolo, è stato assegnato operando una selezione fra 330 partecipanti in tutta Italia.  Ciò costituisce pertanto un riconoscimento di notevole valore che contribuisce ad accreditare anche gli altri progetti che la Fondazione promuove, come appunto, Utilità Marginale.

Il laboratorio creativo Div.ergo di Lecce

Il progetto premiato riguarda l’inserimento lavorativo di persone con fragilità attraverso la realizzazione di prodotti artistici in un luogo in cui si intrecciano cultura, relazioni, lavoro, incontri, bomboniere solidali, generando un’esperienza innovativa di  inclusione sociale che ha come motore la bellezza.

Un ringraziamento a Fondazione Con il SUD

Il presidente della Fondazione Cariparo, dott. Gilberto Muraro, nel corso della cerimonia (rigorosamente on line), ha tenuto a ringraziare in modo particolare anche Fondazione con il Sud per il suo impegno profuso a diffondere i valori del terzo settore ed a stimolarne lo sviluppo nelle Regioni del Sud Italia.
Eppure questo premio conferma che la qualità dei progetti portati avanti da organizzazioni del terzo settore del Sud Italia raggiunge ormai livelli di eccellenza per ciò che riguarda l’innovazione nell’economia sociale.

L’innovazione nell’economia sociale

L’efficacia di questi progetti è stata valutata secondo tre criteri fondamentali che costituiscono le direttrici dell’impresa sociale del futuro:

  1. idea innovativa
  2. sostenibilità economica
  3. inclusione sociale

Infine il Presidente emerito di Intesa Sanpaolo, dott. Giovanni Bazoli, ha tenuto a sottolineare che tutti i migliori progetti si caratterizzano per un mix particolare tra “generosità e intelligenza creativa teso ad indirizzare la solidarietà verso forme di efficienza e professionalità con mentalità imprenditoriale. Una via nuova ed un modello prezioso da considerare perché ci troviamo di fronte ad una svolta radicale dell’economia mondiale”.

Riprendiamo quindi il nostro lavoro con maggiore entusiasmo e consapevolezza del nostro ruolo come operatori del Terzo Settore, impegnati tra le periferie e le minoranze dei nostri territori e delle nostre città, certi che da sempre nella storia dell’uomo sono sempre state le minoranze a tracciare strade nuove.

 

La scheda completa dei finalisti con la descrizione in sintesi dei loro progetti innovativi si può trovare al seguente link:

https://www.premioangeloferro.it/edizione-2020

La cerimonia di presentazione e proclamazione dei vincitori si trova al link:

Regioni

Ti potrebbe interessare

Il ruolo di SaraLab in Utilità Marginale. Intervista

di

SaraLab il laboratorio statistico spin off dell’università del Salento è uno dei partner del progetto di utilità marginale. Esso ha il compito ...

I segreti dello zafferano. Intervista a Emanuele Spedicato

di

Nell’ambito delle azioni previste dal progetto di Utilità Marginale, si è da poco concluso il corso, tenuto presso la sede APOL Lecce,...

Utilità Marginale e Capovolti, sapore di condivisione

di

Un pacco natalizio che e’ un intreccio di storie Un prodotto d’eccellenza dell’agricoltura sociale, in confezione elegante, in un pacco natalizio composto da...