Utilità marginale incontra il presidente Conte al Villaggio Coldiretti

di

Il progetto di agricoltura sociale presentato al Presidente del Consiglio Conte all’interno dello stand di Enelcuore onlus presso VILLAGGIO COLDIRETTI di Bologna, uno dei più importanti appuntamenti nazionali del settore.

Lo staff di Utilità marginale e di Enelcuore onlus allo stand Terre colte

Oltre 2000 visitatori tra cui uno di eccezione, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, hanno scoperto e apprezzato il progetto Utilità Marginale di Lecce, finanziato dal bando “Terre colte” promosso da Fondazione con il Sud ed Enelcuore onlus. Un’importante occasione di visibilità e di diffusione degli scopi e dei risultati raggiunti nel corso dei primi 10 mesi di attività. Nei due giorni di esposizione i partner di Filodolio cooperativa sociale, partner di progetto e rappresentanti dell’esperienza di agricoltura sociale promossa da Fondazione Div.ergo-Onlus di Lecce, sono stati presenti al Villaggio Coldiretti, all’interno dello stand di Enelcuore onlus dedicato ai progetti finanziati dal bando TerreColte 2017 di Fondazione con il Sud, presso l’AREA PALCO, zona di grandissima visibilità.

UM presso lo stand Terrecolte di Enelcuore onlus

Qui hanno presentato le finalità, i risultati raggiunti nel recupero di terreni abbandonati e nel coinvolgimento di 10 giovani con disabilità intellettiva e consegnato direttamente nelle mani del Presidente Conte uno dei prodotti più rappresentativi, i micro-ortaggi, sviluppati grazie alla collaborazione con l’Università degli Studi di Bari. Il secondo appuntamento con il Villaggio COLDIRETTI si è svolto a Bologna dal 27 al 29 settembre e è allestito nel parco della Montagnola. Il programma della manifestazione si è articolata in percorsi, laboratori del cibo, fattorie didattiche, mercati, show cooking, orti, giardini, intrattenimento, iniziative di solidarietà.

Utilità marginale ha esposto i prodotti agricoli che sono stati coltivati grazie al finanziamento ricevuto per il recupero di 4 ettari di terreni abbandonati e incolti nelle campagne attorno alla città di Lecce, sui quali sono stati impiantati grano, legumi, topinambur, zafferano, ortaggi ed è stata avviata la produzione di micro-ortaggi destinati alla ristorazione di eccellenza. “Utilità marginale” mira a ribaltare uno dei concetti cardine dell’economia neoclassica, con un modello di economia e di relazione, in cui le marginalità, anzitutto umane e sociali ma anche economiche e topografiche, entrano di diritto in un rapporto di scambio alla pari con il centro e riacquistano un loro ruolo nell’insieme, che solo così diventa compiuto.

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK