I fratelli Forte e Flavia Pittalà: da Paternò il volto giovane della pittura del carretto siciliano

di

Sono giovani, intraprendenti e talentuosi: i fratelli Alessandro e Gabriele Forte assieme a Flavia Pittalà, tutti e tre di Paternò,  rappresentano oggi in Sicilia il volto giovane e dinamico della tradizione pittorica e decorativa del carretto siciliano. Con una preparazione teorica artistica alle spalle, Alessandro e Gabriele sono infatti diplomati al Liceo Artistico e Flavia è laureata all’Accademia delle Belle Arti di Catania, hanno incrociato sulle loro strade il mondo del carretto per gioco. La loro esperienza, seppur ancora molto giovani, è già settennale e oltre ai carretti realizzano pitture sacre per le chiese siciliane, con una particolare predilezione per i ritratti. Nessuno dei tre è stato a bottega da un maestro, la loro professione è frutto di studio e approfondimento sui testi di riferimento  e di attenta osservazione e analisi  delle tecniche pittoriche su carretti antichi. Da autodidatti si sono guadagnati  in questi anni di attività, credibilità e stima tra gli appassionati del settore, ma anche e soprattutto tra le maestranze che ruotano intorno al carretto, carradori per lo più, che spesso li consigliano alla clientela affidando loro committenze da ogni parte della Sicilia. 

Tra i bisogni e i desideri espressi dai giovani artisti affinché le maestranze del carretto non scompaiano, vi è sicuramente quello di facilitare le condizioni di partecipazione alle feste e sfilate da parte dei proprietari di carretti siciliani,  alleggerendo gli aspetti burocratici che spesso demotivano anche gli appassionati e collezionisti. In questo modo dicono, si manterrà viva la clientela, elemento alla base della filiera artigianale del carretto siciliano che ancora oggi sembra comunque godere di buona salute  e di un certo grado di attrattività anche di maestranze giovani e preparate.

Regioni

Ti potrebbe interessare

L’arte dell’intaglio secondo Mario Fricano

di

Mario Fricano nasce a Chicago da padre e madre italo-americani che decidono di tornare in Sicilia quando lui era ancora piccolo. Scopre...

Tan Panormi, il valore della valorizzare delle forme di arte spontanea

di

Coniugare la tutela della tradizione artigianale del carretto siciliano con la sua rifunzionalizzazione è l’obiettivo sfidante che ci prefiggiamo con il progetto...

TRINACRIA BIKE WAGON – LiscaBianca e il carretto siciliano per unire tradizione, nuove-tecnologie, giovani e impresa

di

Coniugare la tutela della tradizione artigianale del carretto siciliano con la sua rifunzionalizzazione, conservandone alcuni elementi, ma integrandoli con nuove e moderne...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK