TRINACRIA BIKE WAGON – LiscaBianca e il carretto siciliano per unire tradizione, nuove-tecnologie, giovani e impresa

di

Coniugare la tutela della tradizione artigianale del carretto siciliano con la sua rifunzionalizzazione, conservandone alcuni elementi, ma integrandoli con nuove e moderne funzioni e con un importante ripensamento in termini di design, al via in Sicilia il progetto Trinacria Bike Wagon

All’interno di Scalo5B ha preso avvio a gennaio il progetto “Trinacria Bike Wagon: design, nuove tecnologie e formazione-lavoro di giovani creativi per l’inclusione sociale e il rinnovamento della tradizione artigianale.” finanziato all’interno del Bando Artigianato  “Iniziativa di valorizzazione dei mestieri artigiani del Mezzogiorno” promossa da Fondazione CON IL SUD (Numero Progetto: 2018-ART-00243).

Come molti mestieri artigianali legati alla tradizione, anche quello del “carradore” – il costruttore di carretto siciliano – sta lentamente scomparendo rischiando di portarsi dietro la perdita di un patrimonio inestimabile di conoscenza, saper fare, storia. E non solo il costruttore, ma anche chi decorava, dipingeva. Parliamo di falegnami, ferrai, pittori, scultori, veri e propri “maestri-artisti” che nella loro bottega hanno dedicato intere vite a un’opera di passione, precisione e abilità trasferita da generazioni a generazioni, spesso all’interno della stessa famiglia.

Anticipando una ricerca sulla storia, tradizione e professioni legate al carretto siciliano, il progetto mira a coniugare la tutela della tradizione artigianale con l’inclusione socio-lavorativa di nuovi potenziali talenti (studenti, disoccupati o inoccupati), sostenendo la nascita di una piccola impresa e di progetti di autoimpiego. La nuova impresa, in particolare, produrrà e commercializzerà sul mercato italiano ed europeo un rimorchio per biciclette progettato integrando componenti tradizionali (in particolare negli elementi decorativi) con elementi innovativi (nei materiali e nelle tecniche). La nuova funzionalizzazione della tradizione artigianale avverrà attraverso il lavoro coordinato di artigiani e designer.

Partendo dai problemi legati al territorio e vedendo nello sviluppo delle relazioni tra diversi soggetti una chiave per garantire pratiche di sviluppo sostenibile, il progetto mette al centro il saper fare dell’artigiano, il sapere digitale del designer e la condivisione delle loro competenze per la riqualificazione urbana attraverso l’avvio dello spazio di lavoro Officina Sociale del Volontariato.

I destinatari del progetto seguiranno laboratori formativi su tecniche artigianali tradizionali (intaglio e pittura), reverse engineering, visual design, fabbricazione digitale, progettazione e prototipazione, business modelling e business development, marketing strategico e sui temi della protezione della proprietà intellettuale e della normativa di impresa.
Successivamente, potranno decidere se partecipare alla creazione e lancio della start-up che produrrà i rimorchio se, invece, seguire un percorso parallelo di avviamento all’auto imprenditorialità.
Anche per questa sfida, eccitante e ambiziosa, LiscaBianca rinnova la vocazione alla costruzione di sinergie con privati, associazioni, Istituzioni e imprese collaborando, nel ruolo di capofila, con Associazione Centro Studi Opera Don Calabria, Regione Sicilia – Dipartimento Regionale dei Beni Culturali e della Identità Siciliana, Associazione SGUARDI URBANI, Associazione Tan Panormi e YAM srl
La durata prevista per il progetto è di 36 mesi, ma ci auspichiamo che da Trinacria Bike Wagon possano nascere esperienze, collaborazioni e iniziative imprenditoriali destinate a crescere e andare ben più lontano.
Dunque, è il caso di dirlo, al lavoro. O, meglio, in sella. Si parte!

Regioni

Ti potrebbe interessare

Nerina Chiarenza: la pittura al femminile del carretto siciliano

di

Continua il nostro viaggio di ricerca in Sicilia volto alla mappatura dei principali esponenti delle arti che ruotano attorno al carretto siciliano...

Tan Panormi, il valore della valorizzare delle forme di arte spontanea

di

Coniugare la tutela della tradizione artigianale del carretto siciliano con la sua rifunzionalizzazione è l’obiettivo sfidante che ci prefiggiamo con il progetto...

Alfio Pulvirenti e i segreti di uno degli ultimi carradori

di

Alfio Pulvirenti è maestro carradore da sempre, da quando a tredici anni nel suo paese di nascita dove ancora oggi vive e...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK