Monitoraggio fauna

di

? Monitoraggio della fauna

Il foto-trappolaggio in corso nell’ambito del progetto è occasione per i ricercatori di approfondire sempre più la conoscenza della Dormiente, della sua fauna, degli habitat e dei suoi paesaggi. Conoscenza che non nasce solo dalle immagini acquisite dalle foto-trappole ma anche e molto dalle osservazioni che si fanno mentre si cammina per raggiungere i siti per l’installazione dei dispostivi o mentre si predispone la stazione di foto-trappolaggio.

? Solcando le sterrate e i sentieri della Dormiente o attraversando i boschi che la rivestono, capita così di imbattersi in un insettivoro come la crocidura (Crocidura suaveolens), rinvenendone un esemplare morto, forse predato, o di osservare insetti coleotteri saproxilici come il lucanide Platycerus caraboides, parte di una entomofauna indicatrice dello stato di maturità ed integrità dei boschi.

In ottobre i boschi erano inoltre pieni di coleotteri Scarabeidi Geotrupini legati allo sterco delle vacche e pertanto molto abbondanti. In un’altra occasione siamo stati attratti da un grosso bruco, molto appariscente e di colore giallo-verdino con un ciuffo di setole rosse all’estremità posteriore. È il bruco di un lepidottero notturno, la falena Calliteara pudibunda che al contrario del bruco è molto “discreta” e di colore grigio-biancastro.

? [Foto di Manlio Marcelli e Romina Fusillo di Lutria sas]

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

MANUTENZIONE DEI SENTIERI: STRADELLO REALE

di

Pulizia del sentiero del Monte Taburno "Stradello Reale", il sentiero voluto da Re Carlo dei Borbone.

ESCURSIONE LUNGO I SENTIERI DI MONTE GAUDELLO

di

Più di 60 partecipanti per l’escursione lungo i sentieri di Monte Gaudello - Costa delle Grotte - Vallone Dudolo. Le foto della giornata.

UN’ESCURSIONE INTORNO A MONTE GAUDELLO DAL VALLONE DUDOLO E IL SENTIERO DI COSTA DELLE GROTTE

di

Un'escursione per percorrere sentieri che non sono stati stravolti da interventi antropici, così come dovevano apparire oltre 50 anni fa.