PRESENTATI I RISULTATI DI SVE(G)LIAMO LA DORMIENTE

di

“IL CAPITALE NATURALE DEL TABURNO CAMPOSAURO DOPO I TRE ANNI DI SVE(G)LIAMO LA DORMIENTE”.

La presentazione pubblica dei risultati è avvenuta il 2 Dicembre 2022 a Benevento presso la Sala Convegni del MUSA (Polo Museale della tecnica e del lavoro in agricoltura)

Si è tenuta venerdì 2 dicembre presso la Sala Convegni del MUSA – Polo Museale della tecnica e del lavoro in agricoltura – di Contrada Piano Cappelle a Benevento l’evento conclusivo del progetto Sve(g)liamo la Dormiente nel corso del quale sono stati presentati gli studi e le ricerche effettuate sul campo nel corso dei tre anni di attività. Il progetto, iniziato a marzo 2019, ha interessato il massiccio del Taburno Camposauro ed i suoi 14 Comuni attraverso 18 diverse azioni di conservazione della biodiversità (monitoraggio mammiferi ed uccelli, cassette nido, ecosistema forestale sostenibile, etc.) e con percorsi di educazione ambientale, di formazione, di giornate a tema e di eventi di promozione ed animazione territoriale per coinvolgere le comunità (aiuole didattiche, sentieristica, guardie ambientali, scuole, etc.). L’obiettivo specifico del progetto è stato quello di mettere al centro il concetto di tutela della biodiversità e lo sviluppo della consapevolezza della sua importanza per tutti i processi socio-economici dell’area protetta. Il progetto ha impegnato circa 50 persone coinvolte nelle varie attività (ricerca, docenza, raccolta ed elaborazione dati, redazione di testi, promozione e comunicazione, gestione economico-amministrativa). I risultati sono stati più che soddisfacenti e contribuiscono a “svelare” la ricchezza della biodiversità e di risorse del Parco Regionale Taburno Camposauro che sta vivendo un periodo di importanti iniziative promozionali.

I NUMERI IN SINTESI

🏫 SCUOLE
  • percorso didattico della durata di n. 3 anni di n. 100 ore annue per scuola: 900 ore complessive;
  • n. 16 scuole contattate;
  • n. 1 progettazione quaderno didattico e realizzazione n. 3 video;
  • n. 550 ragazze e ragazzi coinvolti;
  • n. 7 scuole coinvolte (n. 5 Istituti comprensivi e n. 2 Istituti Superiori) su 13 plessi presenti nell’area;
  • n. 12 docenti coinvolti delle scuole;
  • n. 14 docenti esterni incaricati dal WWF;
🌱 AIUOLE DIDATTICHE
  • n. 3 aiuole didattiche realizzate con l’insediamento di circa 100 piante autoctone, allevate nei vivai forestali della Regione Campania;
📍 SENTIERISTICA
  • individuati circa 80 km di sentieri principali e circa 103 km di sentieri secondari (bretelle);
  • circa 50 km di sentieri mappati;
  • n. 10 sentieri descritti e pubblicati;
  • n. 1 carta dei sentieri del Parco (in via di completamento).
🐦 MONITORAGGIO UCCELLI
  • n. 85 specie di uccelli censite, n. 8 di queste sono inserite nell’Allegato I della Direttiva “Uccelli”;
  • n. 23 punti di ascolto ricadenti in tutte le tipologie ambientali, con attività ripetute per 3 anni in ogni stagione;
  • n. 20 cassette nido e n. 5 ceste-nido per rapaci diurni posizionate;
📸🐺 MONITORAGGIO MAMMIFERI
  • n. 38 siti di fototrappolaggio per n. 79 gg/fototrappola tra Aprile 2019 e Giugno 2021;
  • oltre n. 2.500 notti/trappola;
  • n. 34 punti di campionamento con rilevatori ultrasonori bat detector, tra Estate 2019/2020;
  • n. 1.009 rilevamenti di 8 specie di mammiferi di medie grandi dimensioni;
  • n. 3 mammiferi di interesse ecologico e conservazionistico (Lupo di cui è stata documentata per la prima volta la presenza di un branco riproduttivo, Gatto selvatico e Capriolo);
🦇 MONITORAGGIO CHIROTTERI
  • n. 15 specie di chirotteri rilevate;
  • n. 77 bat box (33 bat box colonizzate, 42,8 %) posizionate e controllate;
  • n. 30 cassette nido per il Moscardino (20% occupate);
🌳 MONITORAGGIO HABITAT FORESTALE
  • Rilievo e monitoraggio in sito e da remoto dello stato di conservazione degli habitat prioritari forestali e di prateria;
  • interventi di rinaturalizzazione e restauro dell’habitat prioritario Faggeta appenninica con Abete bianco in aree dimostrative;
  • linee guida di gestione dei rimboschimenti di conifere e degli habitat prioritari di prateria;
📣 COMUNICAZIONE
  • n. 7.000 circa utenti raggiunti;
  • n. 1.500 circa follower canali social progetto (Facebook e Instagram);
  • 141.000 la copertura totale (ossia il numero di persone che hanno visto uno dei contenuti proposti) della pagina Facebook del progetto;
  • n. 100 circa gli articoli dedicati al progetto apparsi sulla stampa locale e nazionale.
 

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

La Dormiente continua a svelarsi: avvistata una coppia di lupi sul Taburno Camposauro ?

di

Un incontro entusiasmante avvenuto nel corso delle attività di monitoraggio dell'avifauna a cura degli ornitologi di Sve(g)liamo la Dormiente

ATTIVITÀ DI FOTOTRAPPOLAGGIO NEL PARCO TABURNO CAMPOSAURO: LA FAINA E IL TASSO

di

L'attività di fototrappolaggio nel Parco Taburno Camposauro immortala un simpatico incontro tra la faina e il tasso.

PRESENTAZIONE AZIONE DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PER LE SCUOLE

di

Presentazione scuole attività educazione ambientale e approfondimento didattico sul capitale naturale del Parco Regionale Taburno-Camposauro