Da alunni “dispersi” a costruttori di cattedrali

di

“Mossi da un grande ideale, pianificavano a lungo termine, lavoravano in squadra, avevano la Bellezza come riferimento (…) sapevano che non avrebbero visto l’opera finita, ma regalavano il loro sogno alle generazioni successive”

Leggi di più...

Ma chi erano costoro? Costruttori di cattedrali, uomini e donne che si sentivano parte di un popolo, che desideravano il bene, la bellezza, la giustizia, la felicità, che non avevano paura del sacrificio e delle circostanze difficili che la vita ti presenta, custodi di una tradizione millenaria lavorano con la coscienza di essere al mondo per fare cose grandi (per sé e per gli altri) donavano il loro talento al mondo in modo lieto e gratuito portando speranza in chi stava vicino a loro.

E così un bel giorno, nell’ambito del programma T.V.B. (Ti voglio bene) Territorio Volontariato e Bene Comune, iniziativa finanziata dalla Fondazione con il SUD (Programma Reti del Volontariato 2019) e portato avanti da una decina di associazioni di volontariato e promozione sociale, tre Comuni della prov. di Trapani e capitanati dal Centro di Solidarietà Castellammare APS, quasi per gioco, per il desiderio di alcuni di noi di tornare ad essere costruttori di cattedrali, da una telefonata con il Dirigente scolastico dell’Istituto Pascoli-Pirandello, è ripartita l’operazione Cantiere sociale ed è nato il gruppo whatsapp “Costruttori di Cattedrali” con un primo obiettivo settembrino: fra qualche giorno riapre la scuola, prendiamoci cura dei luoghi che ci stanno più a cuore, non aspettiamo che lo faccia qualcun altro, ripuliamo i giardini, mettiamoli in sicurezza per i nostri ragazzi e insegnanti prima che il nuovo anno scolastico abbia inizio!

E siccome il nostro motto è “Qualcuno che ti dice stai con me” e come operatori sociali le nostre prime “cattedrali” sono le persone bisognose, i giovani svantaggiati (Neet, ecc.) o semplicemente disoccupati e sfiduciati dalla realtà e dagli adulti di oggi, partiamo da loro. La squadretta di lavoro era nata a giugno 2022 e caso vuole essere composta proprio da ragazzi, volontari e tutor tutti ex alunni della Scuola Pascoli. 

I nostri ragazzi in particolare, Daniele e Gianluca, due ex-alunni oramai più che ventenni, in verità quella scuola l’avevano abbandonata troppo presto e alcuni anni prima non avendo concluso il percorso scolastico tradizionale erano stati accolti ed aiutati dal Centro di Solidarietà mediante da un percorso di recupero scolastico per la licenza media e poi di orientamento e accompagnamento al lavoro con laboratori vari (falegnameria, giardinaggio, ecc.) per scoprire insieme il talento di ciascuno. 

Qualche giorno fa i due ex-alunni sono tornati nella loro vecchia scuola con una coscienza nuova, occupandosi prima della sede centrale dove vi sono gli alunni delle medie, e poi al Plesso Pirandello (classi elementari), ripulendo e prendendosi cura del giardino e di tutta la grande struttura della Pascoli e poi del cortile interno con annesso giardino del Pirandello come mostrato nelle varie foto allegate. Il risultato è sotto gli occhi di tutti, un lavoro fantastico per cui i ragazzi hanno avuto tantissimi complimenti (bidelli, personale della scuola, dirigente, maestre e insegnanti). I loro occhi sorridenti e fieri poi, sono stati il risultato più bello. Un percorso di successo per il quale ringraziamo doverosamente il dirigente scolastico, il professor Salvatore Tinnirello, che come al solito ci da fiducia e crede in queste iniziative di inclusione sociale e diffusione della cultura del volontariato, della cittadinanza attiva  e, aggiungiamo noi, della carità gratuita e della bellezza.

Oggi Daniele e Gianluca sono al centro del progetto T.V.B. con l’azione Capitale Umano In-espresso, che coinvolge anche l’azienda Torrefazione SOADI di C/mare del Golfo nella produzione e diffusione di un Brand Sociale “Caffè dei Custodi” Soadi for social (il cui ricavato sostiene i percorsi di inclusione sociale), e la Pimlico Scs ,cooperativa sociale di tipo B che li ha inseriti in un percorso di lavoro per il bene comune nominandoli “Costruttori di Cattedrali” appunto, e formandoli per diverse attività e servizi (pulizia, giardinaggio, agricoltura sociale, piccoli lavori di manutenzione edifici, ecc.) sotto la guida di esperti maestri che in modo gratuito e volontario stanno dando una mano.

Regioni

Ti potrebbe interessare

La Sicilia e l’amministrazione condivisa del bene comune

di

Le Pubbliche Amministrazioni incontrano Labsus in un percorso di Alta Formazione e Progettazione Sociale con Pasquale Bonasora.

A Castellammare la presentazione ufficiale del progetto

di

È con grande piacere che possiamo finalmente annunciare la partenza del progetto TVB – Territorio, Volontario, Bene Comune, realizzato con il sostegno...

Una nuova Salaparuta riscoperta passeggiando

di

Nella mattina del 17 ottobre abbiamo dato vita all’iniziativa di una camminata educativa, a cui abbiamo partecipato in prima persona, alla scoperta...