Le zucchine biologiche di “Terra Aut” diventano vasetti sott’olio d’oliva

di

Nei giorni scorsi sono ripartite le nuove produzioni sui terreni di “Terra Aut” confiscati alla mafia. «Abbiamo consegnato presso il laboratorio di trasformazione Parente le zucchine biologiche di “Terra Aut” e tra pochi giorni saranno nuovamente disponibili i vasetti di zucchine grigliate sott’olio d’oliva». Perché le produzioni che la cooperativa sociale Altereco porta avanti sui terreni di “Terra Aut” spaziano dall’uva da tavola alle olive coratine dalle quali viene prodotto l’OlioAut, per poi passare alle ciliegie e agli ortaggi da cui nascono – appunto – patè di cime di rapa, zucchine grigliate sott’olio d’oliva , melanzane grigliate sott’olio d’oliva, fino all’ultima scommessa: la produzione di 25mila bottiglie di passata di pomodoro biologico.

Nel percorso di legalità e di economia alternativa avviato nel 2008 dalla cooperativa sociale Altereco, quindi, si inserisce perfettamente il progetto “Il fresco profumo della libertà”, tra gli interventi selezionati nell’ambito della quarta edizione del Bando Beni Confiscati alle mafie 2019, promosso dalla Fondazione CON IL SUD insieme alla Fondazione Peppino Vismara. ll progetto promosso dalla Cooperativa Sociale Altereco – con un nutrito partenariato di enti pubblici e privati – prevede anche la realizzazione di un orto sociale, l’allestimento di una bottega solidale e l’implementazione di una serie di attività di promozione del territorio, tra cui l’allestimento di un B&B, favorendo l’inclusione socio-lavorativa di sei persone in condizione di svantaggio. In attesa della partenza formale dell’iniziativa sostenuta da Fondazione CON IL SUD, le attività a Terra Aut vanno avanti.

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK