Opera 5, al festival Capability le associazioni La Scintilla e La Casa di Matteo

di

Alcune associazioni coinvolte in Opera 5 sono state impegnate nel festival Capability, il primo festival dedicato alla disabilità, svoltosi a Napoli dal 13 al 15 ottobre. Nel festival sono stati organizzati 3 dibattiti su 3 temi: l’inclusione, il diritto alla sessualità e all’affettività delle persone disabili, e il sostegno dei ragazzi una volta che le famiglie non possono più occuparsene.

Su questo ultimo tema è intervenuta l’educatrice de La Casa di Matteo Valentina Annunziata ponendo l’attenzione sia sul diritto del ragazzo disabile di realizzazione personale e del raggiungimento di uno stato di benessere ma anche sul diritto di ogni genitore di vedere suo figlio intraprendere un cammino di vita autonomo scisso dalla famiglia di origine e non fuso con essa. Spesso il concetto che ci rimandano tante famiglie è che quando c’è un figlio disabile tutta “la famiglia é disabile”. Proprio per questo é tutta la famiglia che attraverso un percorso di sostegno deve essere supportata in un cammino difficile teso al raggiungimento di un benessere psicofisico. Questo è certamente uno dei capisaldi dell’azione del progetto Opera 5 che con l’associazione La Scintilla onlus è impegnata proprio su questi aspetti. Anche loro hanno contribuito infatti ad un nuovo racconto sul tema della disabilità, cercando di tracciare con il loro ragazzi una possibile storia nuova. Nel corso del festival sono state infatti organizzate delle visite guidate presso il Pio Monte della Misericordia accompagnate proprio dai ragazzi de La Scintilla che hanno portato i visitatori alla scoperta della storia plurisecolare dell’Ente, che ancora oggi rivolge la propria principale attività all’assistenza e alla beneficenza. Al termine della visita i partecipanti sono stati al “Cantiere delle idee”, altro spazio al piano terra del Palazzo storico del Pio Monte della Misericordia gestito dai ragazzi de La Scintilla come laboratorio creativo e servizio bar. L’occasione è stata un modo nuovo e inclusivo per aprire gli spazi museali dell’antico Istituto benefico in occasione della prima edizione del Capability Festival.

 

Regioni

Ti potrebbe interessare

“Il Mercante di Venezia” interpretato dai ragazzi de La Scintilla

di

La “diversità” è una ricchezza, ma spesso spaventa e genera paura. La “paura” verso ciò che non si conosce spesso crea stati di...

Opera 5 ospita famiglie ucraine rifugiate

di

Grazie al progetto Opera 5 ed insieme ai due dei partner di progetto “Fondazione Massimo Leone”,  l’Associazione di Promozione  Sociale “La Casa di Matteo”...

La rete di Opera 5 per la Pasqua 2022

di

Sono state tante le attività che hanno caratterizzato la Pasqua della rete di Opera 5. Da grande collettore di risorse, strumenti e...