“La Comunità Sostenibile e Inclusiva. La Sostenibilità Ambientale, Alimentare e Sociale”

di

Il Giorno 23 giugno 2022, presso il Galoppatoio Reale della Reggia di Portici,

la Cooperativa Sociale Litografi Vesuviani in collaborazione

con la  Comunità ALGRICOLTURA SOCIALE DEL VESUVIO, SLOW FOOD,

hanno promosso l’Evento  “La Comunità Sostenibile e Inclusiva.

La Sostenibilità Ambientale, Alimentare, Sociale” i cui obiettivi sono stati:

Ambientale: L’agricoltura ha un’enorme impronta ambientale e gioca un ruolo significativo nel causare cambiamenti climatici, scarsità d’acqua, degrado del suolo, deforestazione e altri processi. Lo sviluppo dei sistemi alimentari sostenibili contribuisce alla sostenibilità della popolazione umana.

Alimentare: L’alimentazione, proprio perché assolutamente necessaria alla nostra sopravvivenza, è sicuramente uno degli aspetti che ci coinvolge maggiormente nella vita quotidiana. Il 30% delle emissioni di gas serra è dovuto a come produciamo, distribuiamo, consumiamo il cibo.

Sociale: Da un punto di vista sociale, l’agricoltura sostenibile deve porsi l’obiettivo di fare produzione agroalimentare ma garantendo la salute delle persone, il miglioramento della qualità della vita dei produttori, la salvaguardia dei diritti umani e l’inclusione lavorativa di persone fragili. Un sistema sociale che tenga insieme il Sanitario (salute) e il Sociale (salute), attraverso percorsi che mettano insieme le persone, tutte, quelle fragili e quelle meno fragili, ma che possano beneficiare di contesti sani, possono migliorare la qualità di vita di un territorio.

La Comunità ALGRICOLTURA SOCIALE DEL VESUVIO, SLOW FOOD, nasce nel 2019  ed è la prima in Italia ad essere fondata da pazienti psichiatrici, cittadini e  professionisti della ricerca agricola e della biodiversità.

Partners dell’Evento:  la Asl Napoli 3 Sud con il Direttore del DSM Pasquale Saviano che ha messo in luce le buone pratiche inclusive , la Regione Campania con il Dr. Ugo Trama con il confronto sulle proposte e la visione sociosanitaria dell’inclusione della Regione; il Dipartimento di Agraria della Federico II presentato dalla   Prof.ssa Chiara Cirillo attraverso i modelli di sostenibilità urbana,  e l’ENEA, centro ricerche Portici,à con il dr. Ezio Terzini sulla connessione agricoltura, energia e paesaggio. Tanti altri gli ospiti e relatori, con collegamenti dal Brasile dove la Cooperativa Rigenera, con la presenza di Daniele Cesano si occupa di sostenibilità e ricerca.  La Condotta Slow Food del Vesuvio, con Maria Lionelli e Riccardo Riccardi della cooperativa Arca 2010, nei  talk pomeridiani si sono confrontati con i membri fondatori della Comunità promotrice dell’evento, raccontando la propria esperienza nel mondo della cooperazione e dell’agricoltura sociale, e di come questa opportunità sia stata fonte di esperienza attiva e di inclusione sociale. L’evento è stato sostenuto da professionisti che si sono dati con generosità e cura offrendo con il loro lavoro da executive Chef un menù speciale con l’ utilizzo esclusivo dei prodotti degli orti sociali. Lo Chef Stefano Mazzone del Grand Hotel Quisisana di Capri ha scelto il Pisello 100 giorni, presidio Slow Food, mentre le zucchine San Pasquale, antico seme recuperato dalla banca del germoplasma della Regione Campania, sono state utilizzate dallo Chef stellato Domenico Candela dello George Restaurant. Non è mancata nemmeno un’altra reginetta dei prodotti degli orti sociali della Comunità Agricoltura del Vesuvio, cioè la Melanzana, che lo Chef Giuseppe Iaconelli dell’Optimum Sancti Petri ha valorizzato nella parmigiana insieme alla Famiglia De Gennaro della Tradizione di Seiano.

L’evento è stato trasmesso in diretta Streaming sui canali della Radio Siani e le pagine social della Cooperativa Litografi Vesuviani.

Regioni

Ti potrebbe interessare

“Evento 1 Ottobre 2021 – Non Sono un Murales”

di

  Una giornata molto significativa quella del 1°ottobre, in cui è celebrata la Giornata Europea delle Fondazioni, con l’obiettivo di rendere riconoscibile...

Inclusione lavorativa e Cooperazione di tipo B

di

Normativa giuridica di riferimento: Le cooperative sociali sono disciplinate dalla legge 381/1991, la quale, all’art. 1, chiarisce che le cooperative sociali hanno...

Lavoro in Corsi: una start-up sociale dedicata al “green” – Orti Sociali e Riabilitazione

di

Lavoro in Corsi è una Cooperativa Sociale di tipo misto (A+B), che si può definire come un esempio concreto di “spin-off sociale”....