Come funziona DaMe – Social Housing ?

di


DaMe
: sì, proprio DaMe.
Questo è il nome del nostro Social Housing. Semplicemente DaMe.

Potrebbe sembrare un gioco di parole e di accenti, e infatti lo è!

DaMè, perché ogni donna ha il diritto di dire: questa vita l’ho fatta da me. Con la passione, con il lavoro, con me stessa. Con un treno preso al volo, con una porta aperta al tempo giusto: la nostra.
E DàMe, perchè nel nostro Social Housing e con il nostro hausilio desideriamo che le donne possano risentirsi ed essere le dàme che sono da sempre.

E dàme, ad oggi, si definiscono loro.
Le dàme che abitano DaMè.

 

Da qualche mese, DaMe – Social Housing ha aperto le sue porte per essere una casa che diventa casa d’ogni donna, una residenza che custodisce, un appartamento da condividere.

In Novembre sono iniziate le attività di diffusione – cartacea e virtuale – del progetto, l’ascolto e la presa in carico.
DaMe, così, ha aperto le sue porte proprio alla vigilia di Natale, il 24 Dicembre, per offrire un Natale migliore e caloroso a chi non l’avrebbe potuto vivere. L’abbiamo addobbato e reso pronto il più possibile e è stato il nostro primo Natale vissuto con loro, per loro: donne speciali che vogliono ricominciare.

Da allora, tra gennaio e febbraio, DaMe – Social Housing si è riempito di anime femminili provenienti da esperienze diversissime, da ogni regione d’Italia grazie a una rete comunicativa che si è estesa in ogni dove, d’età diverse, ma tutte storie così importanti da essere ascoltate e raccontate, e tutte donne con una meravigliosa voglia di rinascere.

Oggi DaMe ospita 9 donne, su un massimo di 10 posti e, nei prossimi giorni, entreranno nuovi nuclei familiari, per i quali stiamo allestendo nuove camerette.

 

Le richieste sono veramente molte, giacché DaMe è il primo Social Housing a Crotone.
Una Casa differente, che ci piace spiegare sia:

? temporanea: il tempo di residenza va dai 6 ai 12 mesi, quale punto d’approdo sicuro per poter riprendere la navigazione della propria vita;
? condivisa: provvista di camere singole\doppie\triple secondo le esigenze d’ognuna e di spazi comuni di lavoro e di relax, quali un accogliente soggiorno, una nuovissima cucina modernamente attrezzata, uno spazioso terrazzo, un’efficiente lavanderia, uno spazio educativo destinato ai bambini e all’organizzazione di piccoli eventi e di corsi formativi;
? autogestita: non è una classica struttura assistenziale, giacché la gestione della residenza è affidata alle coinquiline attraverso forme di protagonismo in autonomia e responsabilità; le donne si occupano autonomamente dell’organizzazione dell’appartamento e degli spazi comuni disposti su due piani, anche attraverso le attività del portierato sociale, le attività rivolte ai bambini all’interno dello spazio educativo aperto anche a bambini esterni, la partecipazione e lo svolgimento di servizi per l’intera comunità;
? accessibile: mai, in alcun caso, alcuna donna è esclusa per motivi economici, bensì inclusa anche attraverso la partecipazione alle attività lavorative del progetto;
? pronta: vengono forniti, in frigo condiviso, generi alimentari di base e biancheria personale; oltreché, attraverso volontarie raccolte, beni d’urgenza.

Inoltre, garantiamo:

? percorso di inserimento abitativo: accoglienza nel Social Housing e successiva ricerca abitativa;
? presa in carico per un contributo di risoluzione alla situazione di disagio;
? piano di inserimento lavorativo: orientamento professionale, corsi di formazione professionale proposti da Enti pubblici e privati operanti in rete su territorio e offerti dalle competenze interne, che permettano l’acquisizione di competenze certificate per il mondo del lavoro;
? progetto di inclusione sociale: attività di ascolto e accompagnamento educativo e assistenza psicologica, amministrativo-legale, sociale;
? attività di conciliazione famiglia\lavoro anche attraverso lo spazio educativo innovativo interno al Social Housing, Zia Mariù.

 

Oggi, che la casa ha preso vita, prende sempre più avvio tale nuova fase.
Siamo a lavoro, insieme ai nostri partner e al mondo ampio dell’associazionismo, per avviare i percorsi di formazione professionale, i laboratori e i servizi e le attività per le donne e per l’intera comunità di Crotone, vivendo un tempo di co-progettazione tra noi e le donne che ne beneficeranno, restando in ascolto delle loro richieste, esigenze, desideri, per permette a ognuna un percorso di crescita personalizzato e edificante.

Sono stati già avviati percorsi di supporto legale, corsi di preparazione al lavoro e brevi corsi di formazione qualificanti, oltreché momenti ricreativi e corsi ludici. Sono in fase di fioritura i corsi di lingue, le attività di sartoria, pasticceria e spazi educativi dedicati ai bambini iniziando dal Centro Estivo.

 

➡️ Ma di questo ne parleremo nei prossimi articoli! Resta aggiornato!

 

Come ogni cosa che vuol nascere da zero, c’è bisogno di cura, tempo, coraggio e incrollabile fiducia da condividere.

Perché non vogliamo che questo sia il nostro progetto, bensì crediamo possa essere l’occasione di tanti. 

Perciò restiamo in ascolto e pronti ad accogliere ogni suggestione e ogni contributo, felicemente disponibili di costruire insieme i futuri passi di DaMe e del nostro territorio.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Un anno in casa insieme ?

di

? Buon compleanno DaMe! E’ trascorso un anno da quando abbiamo aperto le tue porte, per accogliere la prima ragazza! ? Da...

? Event & Wedding Planning · Design · Management: dalla teoria alla pratica.

di

Ecco il team che ha realizzato l’allestimento per l’evento conclusivo del Corso di Formazione Professionale per Event & Wedding Planner · Designer ·...

? Hausilio per i bambini: dal Centro Estivo al Centro Invernale! ☃️

di

Lo Spazio Educativo Zia Mariù nasce come spazio di conciliazione lavoro-famiglia per le mamme che abitano l’Housing DaMe, e apre le sue...