Generazioni virtuose ripuliscono il mare

di

Presentata ieri a Balestrate l’iniziativa “sentinelle del mare”, un’azione di recupero e riciclo delle plastiche abbandonate nelle acque del litorale. L’incontro è stato organizzato dall’Associazione civica balestratese Auser in collaborazione con la cooperativa di pescatori “Sicciara” ed il “Centro Velico Balestrate”.
I pescatori locali e i giovani allievi dell’associazione sportiva saranno –infatti- le “sentinelle del mare” che, durante le uscite con le imbarcazioni, raccoglieranno la plastica da smaltire o riciclare. Le bottiglie recuperate potranno così diventare piastrelle mosaiche grazie ad un apposito macchinario. Le realizzazioni artistiche serviranno poi per la riqualificazione del centro urbano.

L’iniziativa fa parte del progetto “Generazioni virtuose – azioni di riciclo mai viste”, realizzato con il sostegno di Fondazione Con il Sud. L’obiettivo è creare una comunità di cittadini attivi nel riciclo e riuso dei materiali plastici nella valle del fiume Jato. Tra i partner c’è anche il Comune di Balestrate, che nel primo semestre del 2021 ha superato l’80% di raccolta differenziata. E all’incontro di ieri è intervenuto il sindaco Vito Rizzo: “Col progetto Generazioni virtuose, che mette in rete Comuni e associazioni – ha detto – aggiungiamo un altro tassello al grande puzzle del rispetto dell’ambiente. In particolare la pulizia dei nostri mari e delle nostre coste”.

Il biologo marino: “Plastiche in mare durano in eterno”

Per Nunzio Calivà dell’Auser balestratese “il mare è una risorsa da tutelare e noi a Balestrate lo faremo grazie alla sinergia tra pescatori e giovani allievi del Centro velico”. Determinate sarà in tal senso il ruolo della cooperativa pescatori guidata da Paolo Evola, che spiega: “Daremo un contributo fattivo nella raccolta delle plastiche”. Tra i presenti anche il biologo marino Giovanni D’Anna: “Il problema delle plastiche in mare è che, non essendo biodegradabili, durano in eterno. Anche quando si frammentano rimangono – infatti- come microplastiche che interferiscono con la catena alimentare, arrivando sulle nostre tavole”.

Soddisfazione per l’iniziativa è stata espressa da Gianluca Cangemi, coordinatore di “Generazioni virtuose: “E’ la terza tappa del progetto, ma per noi è anche un “ritorno ad Itaca”. Qui a Balestrate è nato il progetto che abbraccia le bellezze e le diversità della valle dello Jato. Dove, ovunque andiamo, portiamo un messaggio di sensibilizzazione sul tema dell’ambiente e del riciclo delle plastiche”.

(Leas)

Regioni

Ti potrebbe interessare

La plastica diventa memoria

di

Un albero della memoria con materiali riciclati. E’ stato realizzato questa estate a San Giuseppe Jato in piazza Falcone e Borsellino. Riporta...

Scuole ed associazioni alleate per l’ambiente

di

Una rete virtuosa che unisce scuole ed associazioni, alleate nelle azioni di riciclo creativo della plastica. Ieri mattina anche i 270 studenti...

A scuola per il riutilizzo creativo della plastica

di

“Riduci , riusa e ricicla” è lo slogan della campagna di sensibilizzazione avviata nelle scuole dal progetto “Generazioni virtuose – azioni di...