Turisti nella nostra città

di

Abbiamo ascoltato le voci e i desideri dei bambini all’indomani del lockdown. Come spesso avviene è stato un gioco a svelarci le volontà e le aspirazioni dei più piccoli.

Abbiamo costruito tanti acchiappasogni e quindi abbiamo chiesto quale sogno acchiappare: sono emersi desideri semplici ma fortemente significativi dopo il difficile periodo di chiusura e isolamento.

Giocare all’aperto, andare al parco, andare in spiaggia.

Allora abbiamo rimodulato le nostre attività e insieme ai bambini e ragazzi ci siamo trasformati in turisti nella nostra città. Abbiamo scoperto che la bellezza a Palermo è spesso dietro l’angolo. Da Villa Trabia al parco della Zisa, dal mercato del Capo alla Cattedrale. Dal museo Salinas fino ad arrivare alla nostra fattoria di Danisinni da riscoprire con giochi e cacce al tesoro.

Tra sapori e voci da ogni parte del mondo, la città si è trasformata in uno scrigno che svela gioielli e storie affascinanti.

Abbiamo stretto un legame ancora più profondo con CoopCulture che gestisce i monumenti più interessanti della città e con loro abbiamo progettato visite e laboratori: per sentirsi a casa in luoghi dove spesso ci si sentiva estranei, nel centro della città, nel cuore della città.

Ecco come un piccolo laboratorio ha saputo costruire un lungo percorso che porta i bambini sempre più al centro.

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Il Centro Tau riparte con Estatau 2020

di

Al Centro Tau si parte con Estatau 2020: anche se il timore ha sempre più argomenti abbiamo scelto la speranza per illuminare il...

In the house: storia di ragazzi dentro casa

di

  Ragazzi di prima e seconda media del quartiere Zisa di Palermo si intervistano (a distanza) e raccontano come vivono questo momento....

Si stringe il legame tra Legambiente e il Centro Tau

di

In occasione dell’apertura di un nuovo spazio presso i Cantieri Culturali della Zisa, Legambiente Sicilia fa visita al Centro Tau. Obiettivo dell’incontro...