Nuove avventure per piccoli esploratori intraprendenti

di

Il nuovo laboratorio per piccoli esploratori

È iniziato il 7 luglio un nuovo laboratorio per i bambini di 4 e 5 anni della Comunità Educante Evoluta Zisa Danisinni. Un percorso nella fattoria di Danisinni che mira a formare piccoli esploratori consapevoli della ricchezza e dell’importanza del paesaggio, del verde e dei prodotti della terra.

È il primo laboratorio “in presenza” dopo i lunghi mesi di lockdown. Uno dei primi a inaugurare il programma Estatau2020. Questo laboratorio si porta dietro ciò che più ci ha arricchito durante i mesi di “distanziamento fisico”. Mesi in cui la comunità si è stretta in un unico obiettivo: non perdere pezzi, non lasciare indietro nessuno. E lo ha fatto arrivando a superare le aspettative iniziali: non solo non ha perso pezzi, ma ne ha aggiunti. Le mamme, le famiglie che all’inizio erano laterali ora sono diventate centrali. I bambini coinvolti  che all’inizio avevano dai 5 anni in su adesso partono dalla prima infanzia.

Tante novità tanti passi avanti

Il laboratorio tenuto da Annette Lichtenstern e da Maria Garito sintetizza tutte queste novità e ritorna a animare luoghi per troppo tempi fermi.

Innanzitutto ci sono delle nuove “collaboratrici”: le mamme volontarie che si prestano a dare una mano. Anna e Simona sono due mamme di Danisinni i cui bimbi frequentano il laboratorio: sono loro le nuove volontarie che supportano Annette, Maria e Giorgia Sottile – volontaria del servizio civile al Centro Tau – nella gestione del corso. Nei prossimi giorni se ne aggiungeranno. Insieme a loro, 20 bambini uniti da tanta voglia tornare a giocare all’aria aperta. Dopo una prima parte “didattica” seduti attorno al tavolo della fattoria, sono partiti all’esplorazione dell’orto così come della fattoria, del circo e del giardino. E hanno stretto conoscenza con gli animali. Se Annette non ne conosce i nomi, sono le stesse mamme a ricordarglielo: “lui è Tobia” le dice Simona quando Annette indica l’asinello mascotte di Danisinni. Ciò rappresenta un’importantissima lezione di appartenenza e di legame del territorio con l’esterno.

L’età dei bimbi è una nuova sfida della comunità, a sottolineare l’importanza di partire proprio dai più piccoli per generare un cambiamento nel territorio.

Domande importanti

Queste le domande più importanti a cui sono seguite risposte altrettanto importanti:

Cosa fa un esploratore? Guarda con tanta attenzione.

E cosa scopre l’esploratore? Che la natura ci appartiene e ci riguarda.

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Il Centro Tau riparte con Estatau 2020

di

Al Centro Tau si parte con Estatau 2020: anche se il timore ha sempre più argomenti abbiamo scelto la speranza per illuminare il...

I ragazzi del Centro Tau scrivono l’inno per il trentennale dei diritti dell’infanzia

di

  Il processo “Inno per il trentennale della CRC (Convention on the Rights of the Child)” nel progetto “Centro Tau 2020” Il...

Il Centro Tau alla IV Edizione del FESTIVAL DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE

di

Il Centro Tau, con Daniela Bellomonte, ha partecipato alla IV Edizione del  FESTIVAL DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE, promosso da ASVIS, che si è...