Il Giffoni Film Festival sbarca a Palermo al Centro Tau

di

Il Giffoni Film Festival e il suo legame con il Centro Tau

 

Da 15 anni i giovani del Centro Tau sono ospiti del Giffoni Film Festival, impegnati a contaminarsi e contaminare, a condividere letture critiche dei film e a trasferire in altri contesti l’esperienza vissuta a Giffoni.

Quest’anno dal 18 al 29 agosto il centro Tau è stato uno degli Hub del festival: ogni giorno anteprime cinematografiche, talk e incontri con attori e registi.

Lo scambio tra il Centro Tau e Giffoni è da sempre stato uno spazio generativo di esperienze e opportunità. Un’occasione per conoscere e apprezzare il cinema per ragazzi, e incontrare attori sceneggiatori, registi, produttori, cantanti.

Il Festival: #Giffoni50 si fa in quattro.

Il centro Tau quest’anno è diventato uno degli hub della cinquantesima edizione del Giffoni Film festival. Una sede locale da dove è stato possibile vedere i film in concorso, votarli e scambiarsi opinioni, critiche e commenti. Tre giurie composte da giovani di differenti fasce d’età (+ 13; +16 e + 18) dal 18 al 29 agosto si sono alternate negli spazi del Centro Tau per vivere l’esperienza di Giffoni anche a Palermo.

Contemporaneamente due giovani di Palermo sono stati ospiti del Giffoni e hanno partecipato come giurati direttamente dalla sede del festival.

L’emergenza sanitaria vissuta imponeva una riformulazione dei percorsi finora seguiti. Ecco perché quest’anno il Giffoni Film Festival si è diviso in quattro momenti diversi, modulati in base al target di età dei jurors. La prima tranche si è svolta a Giffoni Valle Piana dal 18 al 22 agostola seconda dal 25 al 29 agosto. La terza si svolgerà tra settembre e novembre e la quarta dal 26 al 30 dicembre.

Le giurie

Ai giovani presenti a Giffoni Valle Piana si sono uniti, con collegamenti quotidiani, ben 51 hub34 in Italia (da Agrigento a Milano) e 17 internazionali (Grecia, Serbia, Belgio, Romania, Qatar, Spagna, Croazia, Germania, Francia, Svizzera, Inghilterra, Macedonia del Nord, Bulgaria, Polonia, Albania, Giappone, Canada). A loro il compito di visionare e votare i film in concorso in streaming dalla loro città, perché Giffoni è sempre stata un’idea capace di superare ogni barriera e, ancora una volta, è stata capace di raggiungere i suoi ragazzi ovunque siano.

I film in concorso

I film in concorso nella sezione Generator +16 approfondiscono le diverse tematiche legate al mondo dell’adolescenza, mentre Generator +18 affronta con uno sguardo senza filtri il rapporto tra generazioni diverse. La sezione Generator +13 ha visto protagonista la migliore produzione mondiale dedicata ai più giovani e ai temi che attraversano il passaggio verso l’età adulta.

La ricerca dell’identità, la complessa relazione genitori-figli, la lotta per i diritti, la violenza, l’amore e la solitudine, ma anche l’omofobia, il razzismo e il rapporto con il diverso: sono alcuni dei temi protagonisti delle 47 produzioni provenienti da Belgio, Croazia, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Grecia, Islanda, Irlanda, Lituania, Regno Unito, Slovacchia, Spagna, Svizzera, Svezia e da Canada, Usa, Arabia Saudita, Brasile, Argentina, Uruguay, Israele, Libano, Corea del Sud, Ruanda, Vietnam in concorso. L’Italia è presente con 11 film (2 lungometraggi e 9 corti).

IL TEMA 2020: TERRA

È la Terra l’immagine scelta per questa edizione, il simbolo che chiude la trilogia degli elementi avviata tre anni fa con Acqua e proseguita lo scorso anno con Aria. Una rivisitazione della Scuola di Atene di Raffaello Sanzio realizzata dall’artista salernitana Federica D’Ambrosio. Una scelta per niente casuale, che cade a cinquecento anni dalla scomparsa del grande artista rinascimentale.  Nell’immagine campeggia Beatrice portatrice della Terra che intende rimettere al centro dei pensieri dei saggi proprio il mondo, la natura, il corso degli eventi, il rispetto dell’ambiente come precondizione della sopravvivenza del creato, di quel genere umano che deve tornare ad essere ancora più umano.

 

 

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Alleniamo e potenziamo il cervello giocando con Allenamente

di

I giovani del Centro Tau si immergono nel mondo formativo Allenamente con il ludomastro Carlo Carzan e Sonia Salco dell’associazione Così per Gioco...

Il Centro Tau alla IV Edizione del FESTIVAL DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE

di

Il Centro Tau, con Daniela Bellomonte, ha partecipato alla IV Edizione del  FESTIVAL DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE, promosso da ASVIS, che si è...

Cambiare orizzonte facendo squadra: l’esperienza della barca a vela

di

Sono tantissime le attività che riusciamo a realizzare grazie al progetto Centro Tau 2020 ma l’esperienza della barca a vela è stata...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK