“LuneDì Cinema”-gli appuntamenti del mese di agosto

di

Cari amici e care amiche, dopo il consueto break estivo, si riparte con gran carica! Oggi riprendiamo a parlarvi di “LuneDì Cinema” per rivivere insieme gli appuntamenti del mese di agosto.

La rassegna cinematografica di Estate in Co-Ro 2021, curata dall’associazione Idee in Movimento con il patrocinio del comune di Corigliano-Rossano, ha proposto al pubblico ben 6 serate dedicate al cinema made in Calabria.

Nel mese di luglio si sono svolti i primi 3 incontri della rassegna “LuneDì Cinema” con la proiezione di “Tienimi stretto”, “L’abbuffata” e “Racconto calabrese”.

Vi proponiamo di seguito un breve “rewind” delle 3 serate di agosto, che hanno confermato per l’ennesima volta il successo di “LuneDì Cinema”.

 2 agosto – appuntamento con il quarto film di “LuneDì Cinema”

Una scena del film “Le 4 volte”

“Le 4 volte” è il titolo del pluripremiato film-documentario presentato presso  il Chiostro san Bernardino in Rossano. Il lungometraggio, a firma del regista Michelangelo Frammartino, colpisce i presenti per la sua originalità.

La pellicola regala, infatti, un’immersione a tutto tondo nelle tradizioni dimenticate del mondo agreste e pastorale di piccoli borghi dell’appennino calabro. Siamo a Caulonia, Alessandria del Carretto e Serra San Bruno, dove sono state realizzate le riprese. Questi luoghi senza tempo rivivono attraverso scene che scorrono lente su oggetti, paesaggi e piccoli gesti della quotidianità.

Un mondo avvolto esclusivamente dai suoni d’ambiente e di natura, che si offre all’osservazione attenta, silenziosa e contemplativa dello spettatore. Si tratta di un film-documentario da intenditori, come lascia intendere il  titolo “Le 4 volte”, ispirato a una celebre frase attribuita a Pitagora.

Si narra che nell’uomo esistono 4 vite distinte ma intrecciate, quella minerale, vegetale, animale e razionale, di cui l’essere umano è chiamato a fare esperienza.  Ecco allora scorrere sulla pellicola del film 4 diverse sequenze, con protagonisti rispettivamente un pastore, un agnellino, un maestoso abete e una natura inanimata (carbone). Allo spettatore è riservato il compito di cogliere il nesso invisibile che lega queste 4 vicende, metafore dei 4 percorsi conoscitivi di pitagorica memoria.

Un film poetico, definito di fantascienza ma senza effetti speciali, che invita a relativizzare eventi come nascita e morte, perché parte dell’eterno scorrere della Vita.

 9 agosto – quinto appuntamento di “LuneDì Cinema” con il film “Ostaggi”

durante la proiezione del film Ostaggi

È stata a dir poco sensazionale e divertente la tragicommedia “Ostaggi”, andata in scena lunedì 9 agosto presso il Quadrato Compagna in Schiavonea. Il film ha tenuto gli spettatori letteralmente incollati allo schermo, registrando anche un vero e proprio boom di gradimento. Tanto successo ma anche tanta curiosità per questa pellicola, girata tra Rende e Cosenza, che ha una storia davvero particolare alle spalle.

“Ostaggi” nasce come opera teatrale, scritta e diretta dal noto drammaturgo italiano Angelo Longoni, e approda al cinema  grazie al lungimirante intuito della moglie, l’attrice e regista Eleonora Ivone. Il film si avvale di artisti di un certo calibro  che portano in scena personaggi alle prese con una “giornata di ordinaria follia”.

L’innesco della trama si ha nel momento in cui un piccolo ed esasperato imprenditore perde il controllo, improvvisandosi prima rapinatore, poi sequestratore. Da qui un’escalation di colpi di scena e humor, che rivelano come “l’imprevisto” che accade nelle loro  vite, altro non è se non l’emblema delle personali difficoltà che a vario modo li tiene in scacco.

Una sceneggiatura ben riuscita, da cui prende vita  una narrazione cruda e divertente della realtà sociale contemporanea, che tocca temi delicati quali disuguaglianza sociale, economica e razziale.

23 agosto – ultimo appuntamento di “LuneDì Cinema” con “Corpo celeste”

…dalle scene di Corpo celeste

La serata del 23 agosto, tenutasi presso il Castello Ducale di Corigliano, segna l’ultimo appuntamento della rassegna LuneDì Cinema.

Protagonista dell’incontro è il film “Corpo celeste”, di Alice Rohrwacher, selezionato alla Quinzaine des réalisateurs  di Cannes e premiato con il Nastro d’argento come miglior regista esordiente.

La pellicola prende spunto dall’omonimo libro di Anna Maria Ortense e proietta lo spettatore nella vita della tredicenne Marta, emigrante di ritorno insieme alla madre e alla sorella. A fare da sfondo al racconto è la periferia di Reggio Calabria, colta nella sua dimensione invernale, tra bruttezza e degrado.

L’inizio di questa nuova vita coincide con un periodo molto delicato per Marta, quello della sua pubertà vissuta nel cammino cristiano di preparazione alla cresima. “Corpo celeste” si presenta dunque come un itinerario di formazione, che affronta attraverso gli occhi di questa ragazzina il tema della crescita, non solo fisica ma anche interiore e spirituale.  La transizione non è mai semplice, perché mette in luce le contraddizioni insite nei modelli offerti dalla società, dalla chiesa e dalla stessa famiglia.

Così alla fine, il percorso di Marta sarà quello di un progressivo allontanamento da un mondo contaminato alla ricerca di una spiritualità autenticamente vissuta, che troverà grazie a un prete di villaggio, che le rivelerà la “follia” dell’uomo più anticonformista della storia: Gesù Cristo.

Con l’appuntamento del 23 agosto termina “LuneDì Cinema”, ma attenzione perché presto proietteremo l’ultimo e definitivo film in programma per l’iniziativa relativa alla rassegna cinematografica del progetto “Ancora di Parole: un porto aperto alle culture!”.

Restate, dunque, sintonizzati sul nostro blog  e sulla nostra pagina facebook  per non perdere questa e altre novità in serbo per voi!

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK