Nasce Dabliu, world, win e wine

di

A Portici, all’interno del bene confiscato Villa Fernandes, oggi bene comune, una caffetteria, ristorante e lounge bar, luogo di coworking e convivialità.

Il progetto

Fusione dei concetti chiave World, Win e Wine, dalla cui iniziale il nome che tutti li identifica, il bistrò Dabliu – situato all’interno di Villa Fernandes, in via Diazz 144, a Portici (Na) – intende assumere un significato di vittoria e di riscatto culturale oltre che un sapore internazionale che non dimentica, però, di valorizzare le eccellenze locali.
Luogo di convivialità, co-working e aggregazione, Dabliu si prefigge di nutrire il corpo con le migliori proposte di ristorazione e bartending, e la mente ponendosi quale prezioso alleato delle attività culturali, sociali e di formazione messe in campo a Villa Fernandes.

In quest’ottica di scambio e contaminazione, il bistrò diventa il cuore pulsante dell’hub creativo nato grazie al sostegno della Fondazione CON IL SUD e la Fondazione Peppino Vismara e alla promozione della cooperativa Seme di Pace, della Città di Portici e di oltre 22 associazioni partner, nonché riferimento per chiunque voglia ritrovarsi a bere un caffè e contemporaneamente lavorare a una idea o progetto.
Lavoro e socialità, cultura e cibo, arte e bellezza, dunque, si coniugano insieme per un obiettivo comune: alimentare quotidianamente lo sviluppo del territorio, in termini di sostenibilità, accoglienza, e offerta di servizi alla persona e alla comunità.

La squadra

Compongono la squadra affiatata di Dabliu le seguenti figure professionali:
Giovanni Zurolo, executive Chef con alle spalle, nonostante la giovane età, già una lunga esperienza al fianco di chef rinomati in ristoranti stellati;
Dario Bertolini, bartender che per lungo tempo ha lavorato a Londra per poi decidere di ritornare in Italia e mettere a frutto qui la sua creatività;
Enzo Fiore, barman dalla gavetta costruita in Costiera amalfitana e a Capri;
Fabio Romanello, maitre esperto nella valorizzazione dei sapori nostrani, ma anche nell’arte dell’ospitalita.
A coordinarli tutti, Luisa Capece, impegnata da sempre nella cooperazione sociale con particolare riguardo al settore ristorazione, catering e commercio equo e solidale.

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK