Centro Arianna. Al cuore delle iniziative ci sono le persone

di

Nato a Tortora nel cosentino dall’esigenza di alcune famiglie con in carico ragazzi, giovani adulti e persone mature con disabilità, «il centro Arianna negli anni possiamo dire che abbia avuto un’influenza positiva per i destinatari delle nostre iniziative andando a determinare un miglioramento del loro benessere e delle loro inclusione sociale. Perché per noi le persone con disabilità sono prima di tutto i nostri vicini di casa, i nostri concittadini», spiega Paolo Emanuele Iorio, referente del centro Arianna.

In questo modo e in questo centro si punta a far raggiungere un benessere relazionale e sociale ai ragazzi con disabilità fisiche e cognitive «grazie allo sviluppo di uno spiccato senso appartenenza al gruppo nei casi in cui si fa sport, e più in generale ala comunità» illustro Iorio. Che aggiunge: «Il centro Arianna parte da un vero e proprio progetto pedagogico per i bambini che cresce con loro, partendo proprio dal garantire ai giovani con disabilità spazi sicuro e ricreativi ma anche di incontro con i loro coetanei. Per questo realizziamo campi estivi e invernali sia per persone con disabilità che non. È dall’incontro che si cresce tutti insieme».

Al centro Arianna i ragazzi con disabilità trovano diversi per sperimentare anche con l’arte, come durante i laboratori di ceramica o quelli di musica: «Abbiamo insegnanti che gratuitamente tengono per loro corsi di canto, chitarra e batteria». Inoltre c’è un laboratorio di botanica, di cucina e un corso per imparare a fare Radio sia in fm che sul web. «Queste attività sono inscindibili da quella di sensibilizzazione sui temi sociali legati alla disabilità che portiamo avanti nelle scuole del territorio. Ogni nostra attività – ricorda Iorio – è gratuita per le famiglie e realizzata grazie ai nostri volontari che formiamo in modo specifico e che teniamo in continuo aggiornamento grazie ad un team multidisciplinare di esperti».

Per quanto riguarda il benessere psicologico dei ragazzi con disabilità e dei loro famigliari, l’associazione del centro Arianna fornisce uno sportello d’ascolto per sviluppare la consapevolezza di sé in rapporto con la disabilità ed il consolidamento delle competenze trasversali.

 

Regioni

Ti potrebbe interessare

Calabria Soccorso Odv, sempre vicini nel momento del bisogno

di

«Quando ci possiamo ritenere veramente soddisfatti di questo lavoro? Senza ombra di dubbio nel momento in cui siamo nelle condizioni di dare...

La Confraternita delle Misericordie di San Marco Argentano, “Sostegno, Operatività, Solidarietà al territorio”

di

A San Marco Argentano – nel cosentino – vivono circa 7mila persone e gli abitanti over65 sono due volte i giovani. Anche...

L’educazione e non la repressione. Per l’associazione “Fareambiente”, l’unica arma per capire la natura

di

Proteggere l’ambiente facendo acquisire alla comunità la consapevolezza della propria responsabilità rispetto alla necessità di adottare comportamenti che contribuiscano a mantenere la...