Alla vigilia dei 40 anni di vita la Croce Azzurra a Badesi è un punto di riferimento per tutto il territorio

di

All’inizio del 1984 un gruppo di giovani di Badesi, da sempre impegnati nel sociale (qualcuno di loro prestava già il proprio tempo presso altre associazioni) e mossi dall’idea di dare una risposta concreta al paese e a tutto il territorio circostante, carente di mezzi di soccorso e distanti dagli ospedali principali (Tempio Pausania e Sassari), diede il primo impulso alla costituzione della Croce Azzurra. Il16 marzo di quell’anno iniziò l’avventura dei primi volontari animati da tanta passione e dedizione che, nonostante le pochissime risorse, in pochi mesi riuscirono nell’intento di diventare un punto di riferimento per gli abitanti del territorio, i quali richiedevano supporto per ricoveri, dimissioni e visite. Grazie alla generosità di alcune famiglie di Badesi, fu donata la prima sede di “Lu muntiggjiu”, casa della Croce Azzurra per tanti anni; al contempo arrivò l’adesione ad Anpas, poiché i valori e gli intenti del movimento erano la base fondante dell’associazione.

Furono anni di incessante lavoro ma anche di grandi soddisfazioni. I volontari crescevano, così come i servizi resi, e si acquistarono più mezzi adatti alle esigenze del tempo. Negli anni Duemila, la Croce Azzurra aderì con entusiasmo alla nascita del 118: un vero e proprio salto nel buio, che però avrebbe prodotto un incremento di competenze per il miglioramento degli interventi sanitari. Nel 2002, grazie ad Anpas, arrivò l’accreditamento ai progetti di Servizio civile nazionale, grande opportunità di crescita per l’associazione e vera “palestra di vita” per i ragazzi che negli anni vi hanno preso parte.

Nel 2005 in collaborazione con la Protezione civile, arriva a Badesi il Sisb, primo sistema di allertamento per la spiaggia (varie postazioni con pannelli e pulsanti diversificati al tipo d’intervento: 118, Vigili del fuoco, etc.) e la prima moto d’acqua per il salvamento a mare garantito interamente dai volontari. Nel 2006 la “prima postazione quad” dislocata nella spiaggia de “Li Junchi” e convenzionata con il 118. Due anni più tardi Badesi fu scelta come postazione infermieristica, data la particolarità del territorio e la distanza con i Pronto soccorso principali. Il progetto proseguì fino al 2011, con una crescita oraria dalle iniziali 12 ore del 2008/2009 alla copertura di 24 ore del 2010/2011. Oltre all’India, è sempre stata presente anche la postazione di base, anch’essa h24 dal 2010.

Nel 2007 finalmente una nuova sede , avuta in dotazione da parte del Comune per 99 anni e provvista di tutti i comfort per offrire ai nostri volontari la possibilità di prestare servizio in maniera adeguata.

Nel 2017, vista la crescita del parco macchine (2 quad, 2 moto d’acqua, 3 ambulanze, una Fiat 16 di rappresentanza), si rese necessario l’ampliamento del garage che in pochi mesi fu costruito e ancora oggi permette di tenere i mezzi al riparo e una più funzionale organizzazione dei materiali.

Dal 2020 al 2022 c’è stato un incremento di attività legato alla pandemia Covid oltre all’emergenza 118. Alcuni esempi: consegna farmaci e spesa, supporto agli hub di screening alla popolazione, consegna mascherine. Nonostante il periodo, i volontari hanno risposto in maniera ottimale continuando a prestare il loro prezioso servizio.

Per quanto riguarda le attività di protezione civile, la Croce Azzurra Badesi è sempre stata presente in tutte le emergenze regionali e nazionali (Capoterra, Olbia, Bitti, L’Aquila) oltre al salvamento a mare che viene svolto tutte le estati nel litorale. Nel 2022, grazie a un finanziamento della Fondazione Con il Sud, si è reso possibile l’acquisto di un mezzo di trasporto disabili che consente di supportare attività come l’accompagnamento di dializzati e trasporti che non necessitano di ambulanza, aprendo così ad un maggior supporto all’utenza che ne fa richiesta. Numerose anche la attività di assistenza a grandi eventi e non: Rally di Sardegna, carnevale di Tempio Pausania, tornei e gare sportive nazionali.

Attualmente la Croce Azzurra Badesi, presieduta da Franco Stangoni, è composta da: 60 volontari, 5 dipendenti, 4 giovani del Servizio civile universale, 3 ambulanze di tipo A, 2 quad, 2 moto d’acqua, un mezzo disabili Caddy.

Articolo di Luigi Alfonso, con la collaborazione di Elisabetta Paolinelli

 

Regioni

Ti potrebbe interessare

Da oltre 40 anni la Croce Gialla è un punto di riferimento a Ploaghe

di

La Croce Gialla Ploaghe Odv è un’associazione di volontariato nata nel 1981 dall’idea di 11 giovani: portare nel paese una realtà già...

Il futuro di Avis La Maddalena dopo la prematura scomparsa del presidente

di

Avremmo dovuto e voluto scrivere un testo differente, per parlare dell’Avis La Maddalena, una delle sezioni più attive della Sardegna. Perché di...

Chiaramonti Soccorso, al servizio di un paese sempre più “vecchio”

di

L’associazione Chiaramonti Soccorso Odv nasce nel 2015 con lo scopo di erogare servizi di trasporto e assistenza sanitaria per gli abitanti del...