Auser Tintoretto, al servizio di anziani e persone con disagio

di

L’associazione di volontariato Auser Sassari Tintoretto è stata costituita il 4 giugno 1990. In collaborazione con l’Amministrazione comunale e in sinergia con i servizi pubblici, svolge attività in favore delle persone in stato di maggiore disagio, senza discriminazione di genere, cultura, religione e cittadinanza. Obiettivo fondamentale è la promozione del protagonismo degli anziani nel mondo del volontariato come impegno civile, in modo da interessarli all’apprendimento permanente, ma anche progettando e realizzando servizi di sostegno alle persone fragili per contrastare efficacemente la solitudine, l’esclusione e il disagio sociale.

Le due colonne portanti. L’Auser Sassari Tintoretto, presieduta da Sandra Arminu, opera principalmente su due versanti: il “Filo d’Argento” e l’Università Popolare. Il Filo d’Argento costituisce l’insieme dei servizi alla persona che vengono svolti soprattutto a seguito delle richieste di aiuto tramite il Numero verde nazionale oppure attraverso il numero fisso (079-246074), nel caso in cui si chiami da un cellulare. L’Auser di Sassari gestisce in via Tintoretto il Centro d’ascolto, al quale pervengono le chiamate dai territori provinciali di Sassari e Olbia. La sede è operativa tutti i giorni feriali, dalle 9 alle 12, con 15 volontari che seguono periodicamente corsi di aggiornamento specifici. I servizi attualmente più richiesti sono quelli del trasporto protetto, che vengono svolti da 20 volontari con i “Pony della Solidarietà” (un Master dotato di elevatore per il trasporto di persone con la carrozzina, e un Doblò, anch’esso dotato di elevatore) per l’accompagnamento in strutture sanitarie oppure per ritirare la pensione, fare la spesa, far fronte al disbrigo di pratiche burocratiche, consegnare prelievi e farmaci.

L’attività nel 2021. L’anno scorso, l’Auser Tintoretto si è occupata a 360 gradi dei bisogni dei cittadini del territorio di pertinenza. Nel secondo semestre, ha continuato ad assicurare l’accompagnamento per visite specialistiche, terapie d’urgenza (dialisi, camera iperbarica, chemioterapia) e vaccinazioni. L’Associazione inoltre ha aiutato coloro che ne facevano richiesta per la compilazione di varie pratiche o richieste (Spid, green pass, prenotazione rinnovo carta d’identità elettronica, ecc.) in un periodo in cui molti anziani si sono trovati in difficoltà nell’utilizzo di strumenti informatici.

In questo periodo particolarmente difficile per gli anziani, è stata rafforzata la compagnia telefonica per non far mancare il sostegno psicologico alle persone più fragili. Negli ultimi mesi ha iniziato a seguire diversi casi segnalati dai Servizi sociali dei Comuni con cui l’Auser Tintoretto lavora in totale sinergia.

A settembre e ottobre 2021, dopo le restrizioni per la pandemia, sono riprese le passeggiate al mare di Platamona o Porto Torres con gli ospiti della struttura “Divina Provvidenza” di Sassari. Sono ripartite anche le visite domiciliari, pur con le dovute cautele, e così le visite alle Case di riposo cittadine presso le quali l’Associazione assicura una presenza bisettimanale.

L’apprendimento permanente. La complessità dei cambiamenti nella società attuale pone l’apprendimento, attraverso tutto l’arco della vita, come un diritto fondamentale della persona. Per portare avanti la politica dell’invecchiamento attivo in grado di migliorare il livello di energia psico-fisica della persona, è fondamentale prevenire la riduzione dell’autosufficienza, favorire le relazioni e l’inclusione sociale, motivare alla solidarietà, al dialogo tra le generazioni, all’accoglienza del “diverso” e alla partecipazione democratica. In questa visione, le Università Popolari possono divenire promotrici di un cambiamento culturale in grado di sollecitare il protagonismo dei cittadini, la responsabilità di ciascuno nei confronti degli altri e del bene comune. L’Università Popolare gestita dall’Auser Tintoretto è impegnata, fin dalla nascita, soprattutto sui temi delle competenze di vita e informazione per vivere la quotidianità, per accedere ai servizi on line, per un approccio critico all’informazione di TV, giornali e web. Lo scorso ottobre sono riprese le lezioni in presenza.

Come da tradizione, proseguono i corsi di alfabetizzazione della lingua russa, organizzati in collaborazione con l’associazione Domo Sardinia Russia, tenuti da docenti madrelingua. Per quanto riguarda il tempo libero, invece, l’Associazione sassarese ha organizzato un concerto del trio “Rosa dei Venti” per l’inaugurazione dell’anno accademico 2021/2022, una conferenza sanitaria sul diabete, con la partecipazione del dottor Torquato Frullio e una conferenza sulle modalità per contrastare le truffe ai danni degli anziani. Purtroppo, l’anno scorso si è svolta una sola gita sociale a Mandas, a bordo del Trenino Verde, con la partecipazione di 43 soci: il numero massimo consentito dalle restrizioni Covid sia in pullman che in treno. Infine, non mancano le in iziative a favore dei giovani.

Articolo di Luigi Alfonso, con la collaborazione di Sandra Arminu

Regioni

Argomenti