Come le piante proteggono dall’erosione le dune della Riserva del Belice

di

Startup Belice interviene in soccorso delle dune costiere e della loro straordinaria importanza ecologica e naturalistica. Sono infatti un vero scrigno di biodiversità per la flora e la fauna che a questo peculiare habitat sono legati e sono inoltre fondamentali come elemento di mitigazione naturale dei fenomeni di erosione delle coste sabbiose. Non a caso sono uno degli ambienti tutelati dalla direttiva Habitat della comunità Europea. Per questo motivo, proprio nel cuore della Riserva del Belice, insieme a Rinnova e alla Cooperativa Silene , che si occuperà dell monitoraggio scientifico dell’intervento, questa estate abbiamo posizionato delle biostuoie con una funzione antierosiva.

Questi lunghi “tappeti” sono composti da fibre di Posidonia pressata e amalgamata con materiali naturali biodegradabili, e contengono al loro interno dei semi di specie autoctone: il radicamento di queste piante contribuirà al consolidamento delle dune embrionali tutelando la spiaggia dall’erosione del suolo da parte degli agenti atmosferici.
La maggior parte delle piante associate alle dune fruttifica a fine estate ed è proprio questo quindi il periodo migliore per raccoglierne i semi destinati ad essere impiantati sull’area di intervento di Start-up Belice, in prossimità delle biostuoie che si estendono per qualche centinaio di m2 sulla Riserva della Foce del Belice.
Il germogliamento è previsto già in autunno con le prime piogge. Un intervento condotto dalla Cooperativa Silene e che tiene conto del fatto che le piante di un certo biotopo, fra cui ovviamente il Belice, giungono a maturazione in periodi diversi: oggi è giunto il tempo di trapiantare la Salsola dei caproni (Salsola tragus), l’Euforbia delle spiagge (Euphorbia peplis), la Gramigna delle spiagge (Thinopyrum junceum), l’Erba medica marina (Medicago marina) e l’Achillea maritima.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Le Solette, piccolo paradiso incontaminato tra i canneti ed i vigneti del Belìce

di

Partendo da Marinella di Selinunte, abbiamo intrapreso un viaggio di medio cabotaggio che ci ha portato ad inseguire le coste della Riserva...

Quando il turismo accessibile tutela il “diritto al bello”

di

Esiste in Italia un mercato di 12 milioni di persone che oggi non hanno un’offerta turistica adeguata alle proprie esigenze e che...

Il mare per tutti e per tutte

di

La bellezza della natura appartiene ad ogni persona curiosa che voglia esplorare l’immenso patrimonio ambientale che la circonda ma non sempre questi...