Sul processo di pedonalizzazione di via Ingrassia collaborano anche gli studenti di Portsmouth

di

via Ingrassia pedonale

Da diversi mesi è in atto un processo di trasformazione urbana, nato dal confronto tra residenti, bambini e bambine del plesso Amari e i loro genitori, i commercianti, gli insegnanti, le associazioni e l’amministrazione comunale. Tutti e tutte insieme per reinventare e progettare un tratto di strada, quello che si trova di fronte la scuola Amari in via Ingrassia (traversa di via Archirafi), plesso dell’Istituto Comprensivo Rita Borsellino di Palermo.

Nell’ambito del progetto Sport Popolare in Spazio Pubblico sostenuto da Fondazione con il Sud, tra i cui partner c’è anche la scuola, si è deciso di pedonalizzare l’area per permettere ai bambini e alle bambine di poter uscire da scuola in sicurezza e per creare uno spazio di gioco e relazione, colorato e gioioso, dove chiunque possa sostare. Uno spazio di comunità.

La seconda ordinanza va incontro ai bisogni di tutti e tutte

La prima versione dell’intervento, accompagnata da un’ordinanza del comune di Palermo, prevedeva la completa pedonalizzazione dell’area, ma questa proposta non ha convinto i commercianti della zona e così dopo diversi incontri di progettazione partecipata si è deciso di restringere l’area pedonale, lasciando una corsia per il transito delle auto e alcuni parcheggi. Così è arrivata la seconda ordinanza del comune che concilia i bisogni di tutti e tutte.

I Bambini e le bambine della scuola hanno immaginato e disegnato l’area e le loro idee e i loro desideri sono alla base dei progetti elaborati dagli studenti e dalle studentesse del corso di architettura dell’università di Portsmouth (Uk), che arricchisce il percorso di progettazione partecipata con uno sguardo europeo, dove questo tipo di interventi sono la norma e non l’eccezione.

La collaborazione con l’Universita di Portsmouth

I progetti dell’Università inglese sono stati presentati a scuola, e i bambini e le bambine hanno votato la loro proposta preferita. A marzo gli studenti e le studentesse di Portsmouth verranno a Palermo e, insieme ai bambini alle bambine, realizzeranno attraverso un’azione di autocostruzione, alcuni elementi del progetto più votato.

Dunque adesso non manca che rendere reale il progetto e per farlo è stata avviata una raccolta fondi. Ogni cittadino e cittadina di Palermo potrà dare una mano per attuare il cambiamento donando a questo link  –> https://bit.ly/DonaPerViaLibera

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

A Palermo sta per concludersi il “Summer Camp”: un mese tra sport e divertimento

di

Il 29 luglio si concluderà il “Summer camp 2022” del progetto palermitano “Sport Popolare in Spazio Pubblico” sostenuto da Fondazione con il...

Sport per tutti: a Palermo una grande festa per dare avvio ai corsi gratuiti

di

Attività sportive gratuite e aperte a bambini, giovani e adulti. Sono in programma per il prossimo sabato 19 febbraio, dalle ore 10...

A Palermo nasce “Zero Sport in Quartiere”: un luogo dove prendere in prestito attrezzi sportivi

di

Nel quartiere Kalsa di Palermo sta per nascere “Zero Sport in Quartiere“, un luogo dove potere prendere in prestito attrezzi sportivi, grazie...