Al via la raccolta fondi per realizzare la seconda area ludico-sportiva del percorso Kalsa-mare

di

Trasformare un’area grigia, una strada secondaria di Palermo, con macchine posteggiate in seconda fila e con ai bordi tanti rifiuti, in un’area di comunità, di socialità e convivialità, colorata, con giochi per bambini, panchine per chiacchierare o leggere un libro, rastrelliere per le bici e spazi verdi. È quello che sta accadendo in via Ingrassia (traversa che si trova tra via Archirafi e via Antonio Ugo) di fronte l’ingresso del plesso Amari, scuola primaria dell’istituto comprensivo Rita Borsellino.

 

Perché è un’area fondamentale?

I bambini e le bambine della scuola non hanno “un’area di calma” immediatamente fuori dalle mura della scuola e uscendo arrivano subito in strada in una situazione pericolosa. Per questa ragione insegnanti, genitori ma anche residenti e commercianti del quartiere, grazie all’azione di progettazione partecipata messa in campo dalle associazioni che fanno parte del progetto Sport Popolare in Spazio Pubblico sostenuto da Fondazione con il Sud, da diversi mesi ragionano su come poter trasformare quell’area.

 

La progettazione partecipata

Si è arrivati a questa proposta progettuale dopo un processo di progettazione partecipata che ha coinvolto gli alunni e le alunne, insegnanti e genitori, commercianti, residenti e l’amministrazione comunale, dalla seconda circoscrizione fino all’assessorato alla rigenerazione urbana, sviluppo urbanistico e mobilità sostenibile. Quello che verrà realizzato è un nuovo spazio pubblico per il quartiere e la città. Ma per realizzarlo serve l’aiuto di tutti e tutte, per questo è stata lanciata una campagna di raccolta fondi a cura del Comitato Addiopizzo, partner del progetto, per rigenerare e creare tutti insieme un nuovo modo di vivere la città.

Capofila del progetto è l’associazione Handala, in partenariato con il Comune di Palermo, l’ICS Rita Borsellino e le associazioni booq, Send, Vivi sano onlus, ASD Baskin Palermo, Comitato territoriale UISP Palermo e il Comitato Addiopizzo. L’area in Via Ingrassia rappresenta la seconda delle tre aree ludico-sportive che il progetto si impegna a realizzare con il percorso Kalsa-mare che unisce idealmente il quartiere Kalsa con il mare. La prima è stata l’area giochi di piazza Magione riqualificata a dicembre del 2022.

 

Le voci dei protagonisti

“Lo spazio pubblico ha un ruolo fondamentale per la crescita delle relazioni che sono alla base del senso di comunità. – spiega Lara Salomone, coordinatrice del progetto – con questo progetto lo mettiamo al centro di processo che promuove, oltre al senso di comunità, anche l’accesso al diritto allo sport e a stili sani di vita. Siamo stati in ascolto dei bisogni della scuola e del territorio e così è nato questo progetto. Sarà bello vedere nascere una comunità attorno ad uno spazio di incontro e sosta per bambini e bambine e genitori, dove ci si possa incontrare e crescere”.

“Per Addiopizzo la trasformazione di questa strada rappresenta un modo per costruire benessere e legalità. – spiega Lorenza Strano del Comitato Addiopizzo – La nostra Associazione ha seguito quanti hanno animato i laboratori di progettazione partecipata costruendo insieme a loro una raccolta fondi basata sulla condivisione dello stile narrativo e dei contenuti nell’ottica di una comunicazione di comunità. Crediamo che questa possa essere la chiave degli interventi realizzati dal basso: la costruzione di un percorso collettivo a partire da quanti vi partecipano e sono coinvolti”.

“Il progetto costituisce il primo passo verso un ridisegno generale della mobilità della zona di via Archirafi – dichiara l’assessore Maurizio Carta – L’area infatti potrebbe essere una delle prime “strade conviviali” con usi dello spazio pubblico alternativi al transito e alla sosta di veicoli, agevolando l’incontro, il relax e il gioco, la convivialità in tutte le sue forme, considerando le esigenze di tali attività al pari della circolazione veicolare. Attraverso una miscela equilibrata di azioni (“zona 30” e interdizione veicolare) si genererà un nuovo tipo di pedonalizzazione che non impedisce la presenza delle automobili ma ne riduce la velocità in modo da non confliggere con chi va a piedi o in bicicletta o sosta nei pressi dei dipartimenti universitari. Ringrazio tutti coloro che stanno dialogando e collaborando perché si arrivi a una conformazione dello spazio pubblico di qualità e che sia il miglior equilibrio delle diverse esigenze in modo che porti benessere e attrattività in una importante area della città. Quello di via Ingrassia potrà essere un importante prototipo di metodo e di realizzazione”.

Come si può donare?

Tutta la campagna di comunicazione è stata costruita interamente con la comunità: genitori, insegnanti ma anche artigiani ed operatori economici vicini ai processi di riqualificazione dal basso hanno sostenuto il progetto realizzando video e contributi per animare la campagna. Le loro voci sono state raccolte nella seguente pagina webhttps://bit.ly/VocidiViaLibera.

Con l’obiettivo di stimolare la partecipazione della città tutta a questo processo di trasformazione urbana, fino a settembre sarà possibile donare alla campagna Via Libera a questo link https://bit.ly/Campagnavialibera, che raccoglierà le donazioni di chiunque voglia partecipare alla realizzazione di questo nuovo spazio restituito alla collettività.

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

A Palermo parte il progetto “Sport Popolare in Spazio Pubblico”

di

Un progetto dove protagonista indiscussa sarà la comunità. L’ambizione del progetto “Sport Popolare in Spazio Pubblico“, è quella di costruire comunità e...

Rigenerata l’area giochi di piazza Magione, la prima area del percorso Kalsa-mare

di

Il 6 dicembre 2022 inaugureremo la prima delle tre aree del percorso Kalsa-mare che unisce simbolicamente piazza Magione con il Parco della...

A Palermo nasce “Zero Sport in Quartiere”: un luogo dove prendere in prestito attrezzi sportivi

di

Nel quartiere Kalsa di Palermo sta per nascere “Zero Sport in Quartiere“, un luogo dove potere prendere in prestito attrezzi sportivi, grazie...