lI valore delle visite guidate nel progetto Acrobazie

di

Proseguono le visite guidate nei musei e nei luoghi culturali della città di Palermo per il progetto Spazio Acrobazie. Laboratorio di produzione e di riqualificazione attraverso la mediazione artistica, a cura di Elisa Fulco e Antonio Leone.

Le uscite del 29 aprile con il gruppo “misto” del carcere l’Ucciardone hanno previsto due tappe: Palazzo Branciforte e il Teatro Massimo. A chi si chiede a cosa servono queste visite e perché farle insieme alle persone detenute ecco delle possibili risposte.

Prima di tutto per la coesione del gruppo, per il piacere di condividere l’esperienza, per apprendere qualcosa di nuovo, per stare bene insieme. Ma anche come occasione di incontro privilegiato con le famiglie delle persone detenute.Il farsi vedere in un luogo differente spesso rappresenta la possibilità di manifestare il proprio cambiamento.La lista potrebbe proseguire e nel frattempo andiamo avanti alla scoperta del patrimonio culturale. Qual è il punto di forza? La composizione del gruppo fatta da persone detenute, operatori socio sanitari e culturali.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Gran finale per la rassegna “Esco all’aperto” al Malaspina

di

Si chiude con un grande applauso la proiezione del film The Truman show, con la presenza in sala di Christian Picciotto, la...

L’arte di vivere con il gruppo dell’Esecuzione penale esterna

di

Dal 9 all’11 maggio l’artista Marzia Migliora ha guidato il gruppo di Esecuzione penale esterna di Palermo in occasione del ciclo di...

L’opera di Loredana Longo al carcere Ucciardone

di

Giorno 8 ottobre, in occasione della diciottesima Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, Spazio Acrobazie...