Le facce di Spazio Acrobazie al carcere Ucciardone

di

Ci mettiamo la faccia.  Un lavoro fotografico di Rori Palazzo ritrae il gruppo davanti l’opera realizzata insieme con la regia dell’artista Paolo Gonzato, che attualmente sta conducendo i suoi workshop al carcere Ucciardone di Palermo.

Un gruppo misto che, con la curatela mia e di Antonio Leone , mette insieme le persone detenute con operatori socio-sanitari, operatori culturali, lo staff del Centro Regionale Inventario, Catalogazione e Documentazione (quattro risorse dedicate alla documentazione audio e video) e il mondo dell’università.

Come ripetiamo spesso, questo è un progetto di processo, che non si misura con un risultato unico ma si documenta pezzo dopo pezzo, strada facendo, proprio perché quello che accade è invisibile all’esterno e necessità di una narrazione continua.

Questo racconto fotografico entrerà a far parte di un ambizioso progetto editoriale di cui queste foto sono un primo tassello, dove troveranno spazio anche i volti delle persone detenute. La prossima tappa, anch’essa documentata, è prevista per il 10 e 11 marzo, due giornate dedicate alla realizzazione del wallpainting che sarà installato nell’area verde del carcere Ucciardone di Palermo che vedrà tutto il gruppo nella veste di partecipante e di performer.

Lavorare su tre luoghi differenti (carcere Ucciardone, carcere minoril ed Esecuzione penale esterna), non è semplice,  ma dall’interazione tra gruppi e persone con esigenze diverse stiamo apprendendo tanto e l’obiettivo è di radicare e di far crescere questo tipo di progettualità. Come abbiamo imparato sul campo, lavorare in carcere richiede tempi lunghi di attuazione e di riflessione e il coinvolgimento costante dei partner.

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

L’estate di Spazio Acrobazie tra teatri e musei

di

Tutti al mare o al museo? La calda estate di Spazio Acrobazie si è aperta il 21 giugno con un’immersione negli spazi...

Spazio Acrobazie su Economia della Cultura

di

Co- progettazione e multi-agency: un art care model per il benessere delle diverse culture organizzative, si intitola così il contributo di Elisa...

Spazio Acrobazie al Festival della Sociologia di Marni

di

Il 7 ottobre, a Narni, Elisa Fulco ha raccontato il progetto Spazio Acrobazie. Laboratorio produttivo e di riqualificazione attraverso la mediazione artistica...