“Esco all’aperto”. Il cinema per i ragazzi del carcere minorile di Palermo

di

Si apre con la proiezione dell’ultimo film di Pif “E noi come stronzi restammo a guardare”, con la partecipazione del regista palermitano, “Esco all’aperto”, la prima rassegna di cinema ospitata all’interno del cortile dell’istituto penitenziario per minori “Malaspina” di Palermo, in corso dal 22 agosto al 12 settembre.

Ideata da “Spazio Acrobazie. Laboratorio di riqualificazione e produzione attraverso la mediazione artistica”, la rassegna,a cura di SudTitles, realtà impegnata nella promozione della cultura cinematografica da un decennio, è promossa dall’Assessorato regionale dei beni culturali e dell’identità siciliana in collaborazione con l’Associazione Acrobazie e ruber.contemporanea

L’iniziativa, sostenuta dall’Assessore ai Beni Culturali e identità siciliana, Alberto Samonà e promossa dalla direttrice del carcere Malaspina, Clara Pangaro, si apre con la proiezione dell’ultimo film di Pif “E noi come stronzi restammo a guardare”. Il 29 agosto l’attore palermitano Roberto Lipari incontrerà i ragazzi per la presentazione del film “Tuttapposto”. La rassegna proseguirà con la proiezione il 6 del film “Ariaferma” di Leonardo di Costanzo e si chiuderà il 12 settembre con Elvis di Baz Luhrmann.

Pensata come un format replicabile che nel biennio del progetto toccherà i diversi istituti penitenziari della città con selezioni di film dedicate, la prima rassegna “Esco” è costruita sulla visione di quattro film, commentati da registi e attori, chiamati a sollecitare i ragazzi sui temi della contemporaneità, incoraggiando momenti di confronto e di condivisione tra i ragazzi detenuti, le loro famiglie, gli operatori culturali e penitenziari, con il coinvolgimento di figure rappresentative della giustizia e della magistratura cittadina.

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

L’iconografia dei soldi di Flavio Favelli per i detenuti in esecuzione penale esterna

di

L’iconografia dei soldi e il legame con l’arte. Due workshop con l’artista Flavio Favelli, il primo e il tre dicembre, destinati ai...

L’arte di Paolo Gonzato all’Ucciardone

di

Proseguono i workshop al carcere Ucciardone di Palermo con l’artista Paolo Gonzato in occasione del progetto Spazio Acrobazie che coinvolge due carceri...

Al carcere minorile una stanza ricreativa ad arte firmata Genuardi Ruta

di

Si è inaugurata il 7 ottobre la sala ricreativa del carcere minorile Malaspina di Palermo realizzato dal duo di artisti Genuardi Ruta...