Al Centro Una Speranza la raccolta delle olive, uno dei momenti più attesi dell’anno

di

Al Centro “Una Speranza Odv”, di Sala Consilina (Sa), si sta vivendo uno dei momenti più attesi e gratificanti dell’anno: la raccolta delle olive e la successiva molitura per la produzione di olio extravergine d’oliva. Nei terreni che circondano il Centro diurno e residenziale per disabili in Via Cappuccini Sottano c’è un esteso uliveto con circa 200 piante che la scorsa annata hanno prodotto circa 900 litri di olio extravergine d’oliva. L’olio viene utilizzato nelle cucine e nei laboratori del Centro e quello che rimane viene messo in vendita direttamente nel negozietto di “Natura Solidale”, all’ingresso della sede di “Una Speranza”.


La produzione dell’olio d’oliva extravergine è una delle principali attività del progetto “L’Officina dell’Inclusione”, finanziato da Fondazione Con il Sud, allo scopo di sviluppare una serie di iniziative tra loro integrate, per diffondere la cultura dell’inclusione, agendo concretamente sul coinvolgimento delle persone con disabilità.
“La raccolta delle olive è un momento di forte aggregazione tra amici volontari dell’associazione, persone disabili, stranieri e tutti coloro che sentono il bisogno di dare una mano”, dichiara Marianna De Vita, psicologa e psicoterapeuta, responsabile del progetto.

L’idea progettuale è di coinvolgere persone con ritardo cognitivo e disabilità fisica in pericolo di emarginazione sociale ad esperienze di rieducazione funzionale e di lavoro che possa costituire un luogo per ristabilire nell’individuo equilibri individuali e sociali. Il progetto “L’Officina dell’Inclusione” partito a febbraio 2021 ha inteso ampliare le attività esistenti attraverso una Fattoria didattica ed un Laboratorio di cucina e trasformazione dalla materia prima a prodotto alimentare finito pronto per la vendita diretta. Il presidente dell’Associazione “Una Speranza”, don Vincenzo Federico, ha coinvolto come partners altre realtà associative del territorio potendo contare sull’anima e motore dell’Associazione, Gianfranco Santopaolo, padre di un ragazzo disabile e socio fondatore di Una Speranza. “Il nostro obiettivo- dice Gianfranco Santopaolo- è far sì che il tema dell’agricoltura sociale possa essere sempre più lo strumento di promozione della nostra realtà associativa”.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Le Bomboniere Solidali del Centro Una Speranza rendono speciali gli eventi

di

Alla ripresa delle attività laboratoriali che hanno fatto seguito al lockdown da covid-19, in tanti si sono rivolti al Centro ‘Una Speranza...

Una Speranza di Sala Consilina apre la sua Fattoria ed i suoi laboratori agli ospiti SAI

di

È operativo dallo scorso mese di novembre il progetto SIPROIMI/SAI che vede insieme l’associazione “Una Speranza Odv” di Sala Consilina, già impegnata...

L’Officina dell’Inclusione, disabili coinvolti in attività di laboratorio e agricoltura sociale

di

L’Officina dell’Inclusione è un progetto sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD e realizzato presso il Centro Una Speranza di Sala Consilina negli ambiti di intervento della...