Frammenti di Culture

frammenti di culture insieme

FRAMMENTI DI CULTURE …
MA ANCHE DI SUONI,
DI DANZA
E DI POESIA

 Sant’Agata Li Battiati

Pubblico attento e numeroso per lo spettacolo Frammenti di Culture, realizzato dai ragazzi dell’organizzazione di volontariato “Mettiamoci in Gioco”, tenutosi nella bella ed accogliente sede “La Casa degli Originali Talenti, situata a Sant’Agata Li Battiati.

Tra i presenti anche il primo cittadino, Carmelo Galati, il quale ha tenuto a sottolineare che i valori della solidarietà e dell’integrazione sociale, dovrebbero rappresentare un percorso di vita di ciascun buon cittadino.

La rappresentazione è il risultato di mesi di impegno e di lavoro, all’omonimo progetto “Frammenti di Culture”, sostenuto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali III Divisione, con l’associazione “Accoglienza e Solidarietà di Catania, in qualità di partner.

Musica etnica, espressione corporea, scenografia e scrittura creativa, queste le attività con le quali si sono misurati i partecipanti e attraverso le quali è stato possibile incentivare lo scambio sociale e culturale verso usi e costumi diversi, ma anche sollecitare l’attenzione dinanzi a problematiche quali il disagio e l’esclusione sociale. “Il percorso è stato lungo, articolato e talvolta complicato -ha detto Noemi Manno, presidente di Mettiamoci in Gioco – ma alla fine tutte le tessere hanno contribuito a comporre uno splendido mosaico”,

A cominciare dalla scenografia, sotto la guida attenta e paziente di Daniela Di Stefano e poi ancora i testi, i cui autori, Simona Chillemi. Arcangelo Signorello e Lucia Barbera hanno preso parte al laboratorio di scrittura creativa tenuto dalla professoressa Ida Moschetto.

La musica dal vivo ha esaltato la platea con un coinvolgente crescendo di suoni etnici ricreato da un abile utilizzo degli strumenti a percussione – risultato dello splendido lavoro ottenuto dagli allievi del laboratorio musicale coordinato dal prof. Angelo Celso. Le coreografie sono state realizzate dalla coordinatrice del laboratorio di espressione corporea, l’insegnante Agata Pennisi insieme a Elisa Pezzino, e Rossana Arena.
Lo spettacolo ha riservato momenti di pura emozione e commozione. Per la straordinaria cura e passione messa dai ragazzi nell’esecuzione dei movimenti d’insieme e per le struggenti ed intense esibizioni singole. A dimostrazione che l’impegno, il sacrificio e la passione riescono ad abbattere qualsiasi difficoltà, qualsiasi barriera di tipo fisico, sociale e culturale.
Mettiamoci in Gioco offrirà gratuitamente lo spettacolo nelle scuole locali e provinciali per continuare a parlare e riflettere d’integrazione e di volontariato.

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK