L’unità mobile in provincia di Caserta

di

L’attività di unità mobile ha consentito di muoverci su un territorio molto ampio della Provincia di Caserta e di verificare la presenza in strada delle donne coinvolte nello sfruttamento della prostituzione. Ci sono alcuni luoghi dove la presenza in strada è solo notturna e altri dove ci sono i doppi turni, uno giornaliero che arriva fino alle 16,00- 17,00 e uno serale che parte dalle 17,00 – 18,00 alle 2,00 -4,00 del giorno dopo. Le donne da sole o massimo in due occupano uno spazio che è prossimo alla carreggiata o su una strada laterale facilmente visibile. Una volta contrattato consente di allontanarsi facilmente seguendo la strada principale o dirigersi verso una zona vicina dove potersi appartare, sufficientemente riparata da sguardi indiscreti. In queste zone molto grandi è difficile fare una stima della presenza e la composizione è molto cambiata nel tempo. Negli anni questo numero è leggermente diminuito probabilmente per il crescere della prostituzione indoor.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Sai di cosa si tratta? La campagna di Libere Tutte!

di

Cosa significa essere ingannata, sequestrata, stuprata, schiavizzata, sfruttata sessualmente? È questa la domanda al centro della campagna di comunicazione “Sai di cosa...

La rete del territorio e le collaborazioni attivate e rinforzate

di

L’associazione Nero e non solo! Nel periodo del progetto in provincia di Caserta ha attivato e rinforzato la collaborazione con altre realtà...

I clienti

di

I clienti in generale discriminano le ragazze nigeriane. Abbiamo incontrato anche clienti “premurosi” nel senso preoccupati di quando le ragazze si liberassero...