Ricongiungimento familiare a Sassinoro!

di

Blessing e suo marito Alfred partono dalla Nigeria verso l’Italia nel 2016 sognando un futuro migliore.
Una decisione forte, sofferta, resa ancor più difficile dalla consapevolezza che un viaggio così lungo è troppo pericoloso per una bimba di pochi anni come Divine, la loro figlia.
Di qui la scelta di lasciarla in Nigeria alle cure della zia, la sorella di Blessing.
L’arrivo in Italia, un periodo di adattamento durato quasi 4 anni in un Centro di Accoglienza Straordinaria, l’inizio del lavoro in campo agricolo di Alfred nelle piantagioni tra Napoli e Caserta.
Ad Alfred e Blessing nascono altre due bimbe, mentre il pensiero è sempre a Divine, la figlia lasciata in Nigeria.
Poi la svolta: Blessing ottiene il tanto atteso riconoscimento dello status di protezione sussidiaria e arriva nel progetto SAI di Sassinoro, nel giugno del 2020.
Quando Blessing arriva nel Piccolo Comune Welcome di Sassinoro scopre di essere di nuovo incinta, con sorpresa degli operatori del SAI che da subito stabiliscono con lei un legame forte, misto a senso di protezione. Anche il paese è felicile all’idea che quella bimba nascerà proprio a Sassinoro.
Dal canto suo, Blessing chiarisce subito che non è sua intenzione voler fare “solo” la mamma, ma che desidera avviare un percorso di conquista di autonomia e di indipendenza.
Frequenta assiduamente lezioni di Iingua italiana ed intanto nasce Favour. Quando la bambina ha 4 mesi, Blessing si iscrive al corso per diventare OSA, Operatrice Socio Assistenziale, seguendo le lezioni con costanza.
Nel frattempo, racconta della figlia lasciata in Nigeria e gli operatori del SAI si mettono al lavoro per capire se e come poterla portare qui in Italia.
La condizione di protezione sussidiaria permette a Blessing di chiedere il nulla-osta alla Prefettura di Benevento.
Il protocollo prevede, nulla osta ottenuto, una richiesta alla Nigeria. Ma qui le cose si complicano perché dall’ambasciata nigeriana giunge notizia che per la portare Divine in Italia è necessario il test del DNA, nonostante diverse sentenze ne stabiliscano la non obbligatorietà.
A maggio del 2021 Blessing effettua il test, tutto regolare, il passaporto alla bimba arriva.
E finalmente il 26 novembre Divine arriva in Italia e a Sassinoro è una festa di gioia per tutta l’équipe.
I protocolli anti-covid prevedono ora 10 giorni di quarantena, come previsto dal Ministero della Salute per chi arriva dall’estero. Gli operatori hanno già concordato con l’ASL la data per l’eventuale “tampone liberatorio”.
Blessing, inutile dirlo, da venerdì ha il cuore che sorride. Alfred non sta più nella pelle dalla gioia di vedere per la prima volta tutta la sua famiglia unita. Ma, più di tutti, la felicità è di Winni, Viki e Favour che dopo anni conoscono ed abbracciano la loro sorella maggiore.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Farsi Comunità con gli Enti. Intervista ad Angelo Moretti

di

In 14 minuti: come nasce la Rete di Economia civile Consorzio Sale della Terra? Come nascono i Piccoli Comuni Welcome? Quale, il ruolo della Caritas...

Ilex Store: nuova nascita nei Piccoli Comuni Welcome

di

Nuova nascita, nella Rete di economia civile “Sale della Terra” e nella Rete dei Piccoli Comuni Welcome. Con Ruggero Cappuccio, Direttore Artistico...

La scelta vincente della cooperazione di comunità: prima giornata di formazione a Tiggiano

di

Venerdì 28 gennaio la Biblioteca Comunale di Tiggiano ha ospitato il primo incontro formativo per la costituzione della cooperativa di comunità locale. La folta presenza di giovani...