Orientamento di II livello di In Gioco: il percorso continua a distanza

di

In seguito alle misure restrittive legate al diffondersi del COVID-19, abbiamo dovuto interrompere gli incontri fisici del nostro percorso di orientamento, ma abbiamo deciso insieme al gruppo dei partecipanti di concludere ugualmente questa formazione organizzando degli incontri online individuali.

Ed ecco i nostri ragazzi e le nostre ragazze con i loro smartphone, alla ricerca, soprattutto quelli/e che vivono in centri di accoglienza, di un ambiente tranquillo per potersi dedicare allo studio.

Non tutti ci riescono, c’è chi è alle prese con delle difficoltà impellenti, che la situazione attuale ha peggiorato ulteriormente. A loro va un nostro caro pensiero e la nostra disponibilità ad esserci su altri fronti.

Alcuni ragazzi e ragazze hanno trovato questo tempo e spazio di apprendimento e insieme agli esperti stanno svolgendo simulazioni di colloqui di lavoro, sistemando il proprio CV, condividendo guide per la ricerca del lavoro online.

Questa situazione ci ha permesso di offrire degli incontri individualizzati, cuciti addosso ai bisogni dei partecipanti, dandoci e dando loro un’opportunità che non avevamo sicuramente previsto.

Cogliamo quest’occasione per incoraggiare tutti i ragazzi e le ragazze ad utilizzare questo tempo in casa o in struttura di accoglienza (sebbene siamo consapevoli che in molti casi vivere in grandi centri non permette di essere sereni) per studiare, leggere, ascoltare musica. Investiamo questo tempo di attesa!

Regioni

Ti potrebbe interessare

Parte a Palermo lo sportello di orientamento In Gioco, il servizio “tra pari” che sostiene i migranti alla ricerca di lavoro

di

Si chiamano Karidja, Harouna, Moussa, Ousman e sono i quattro orientatori peer to peer che da questa settimana faranno tappa in numerosi...

RASSEGNA STAMPA: Giochi narranti ispirati all’Africa, “Giocherenda” diventa impresa sociale – Redattore Sociale

Dopo 2 anni di attività il progetto prosegue con il sostegno di Fondazione con il Sud. Preoccupazione per la nuova legge sull’immigrazione:...

In gioco: Innovare i servizi per il lavoro potenziando l’inclusione lavorativa dei migranti

Come potenziare l’inclusione lavorativa dei migrati che vivono nella città di Palermo? È possibile abbattere gli stereotipi occupazionali e contrastare lo sfruttamento...