L’ostello bella Calabria fa il boom. L’accoglienza punto forte del sud

 

Proseguono a pieno ritmo le attività dell’ostello Bella Calabria” , immobile confiscato alla mafia  a Cutro ,  in provincia di Crotone . Il primo ostello  fu fondato in Germania nel 1909 da Richard Schirrmann. Schirrmannera un insegnante tedesco che organizzava frequenti viaggi ed escursioni con i suoi studenti. Durante una gita, una tempesta improvvisa costrinse lui e la sua comitiva di studenti a trovare riparo in una scuola. Fu allora che a Schirrmann nacque l’idea di ospitare comitive di studenti nelle scuole chiuse per le ferie estive. L’iniziativa ebbe molto successo, e già negli anni 30 cerano oltre duemila ostelli della gioventù in Germania. L’ostello Bella Calabria è partito da questa idea , ospitare gruppi di scolaresche che non si limitano a vedere i monumenti delle città che visitano, ma hanno il desiderio di scoprire e approfondire lo stile di vita del paese che li ospita, conoscere gente nuova e stabilire rapporti umani. Nell’ultimo mese l’ostello Bella Calabria ha ospitato gli alunni dell ’istituto di istruzione di  Cavalese, che hanno descritto la Calabria come  il luogo ideale per fare sport a contatto con la natura. Ogni angolo di questa terra,infatti, ospita paesaggi meravigliosi e posti segreti che aprono la loro meraviglia come ostriche generose. Una grande varietà di scenari splendidi: spiagge bianche o rocciose, su coste sempre baciate dal sole e dal clima ideale in ogni periodo dell’anno. Gli alunni scoprono che l’idea di lavorare in squadra è bello. Apprendono le lingue straniere attraverso simulazioni e dialoghi in lingua. Un progetto che coinvolge tre parchi : A Cropani Marina il parco per l’educazione stradale che attraverso l’utilizzo di mini care mini moto percorrono il parco rispettando le regole della strada , a Isola un percorso per mountain bike , a Cirò un percorso botanico. Gli interventi rientrano nell’ambito del progetto I love Calabria finanziato dalla Fondazione con il Sud e Fondazione Vismara, con capofila l’Associazione Amici del Tedesco

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK