Le mascherine realizzate dai ragazzi del progetto iDO donate ai Fratelli della Stazione.

di

I ragazzi del progetto iDO hanno realizzato, insieme alle giovani e creative imprenditrici di iPez, Federica Tonti e Giulia Ricciardi, delle mascherine da passeggio in stoffa. Tutte rigorosamente pezzi unici, disegnate e tagliate dai ragazzi con disturbo dello spettro autistico, poi cucite e rifinite da Federica e Giulia. Insieme, iFun e iPez, hanno deciso di donare le mascherine ai Fratelli della stazione. Vi raccontiamo come è andata…

L’appuntamento è alle 18 davanti alla sede del Centro Diurno “Il Dono”. Ci aspetta Antonio che lo gestisce assieme ad altri volontari. La sera vanno in giro, da tanti anni ormai, a portare conforto ai senza tetto e ai clochard che orbitano dalle parti della stazione. Tra le 10 e le 20 persone al giorno. Sono noti a tutti come Fratelli della Stazione e sono una delle storie belle di Foggia.

Antonio ci racconta quello che fanno, le persone che assistono, soprattutto nelle notti d’inverno. Le mille storie di vittoria, di presidio e anche le volte in cui si sono sentiti impotenti. Joseph e Davide sono arrivati accompagnati da Maria Grazia, Carmen e Simone. Luca supervisiona il tutto. Sembrano quasi due stati in delegazione che si incontrano e invece sono solo luci che si accendono nella stessa città, all’imbrunire. Davide e Joseph non comprendono bene all’inizio, ma dopo un po’ sono orgogliosi di dare qualcosa che hanno realizzato loro; si sentono importanti, impettiti. Non chiedono aiuto, lo offrono.

Si sciolgono gli imbarazzi e ci si sorride, ci si sente parte di una stessa comunità accanto a chi, da anni, porta coraggio a chi il coraggio lo ha smarrito da tanto. Carmen, Simone e Maria Grazia sorridono emozionati. La bellezza è anche in questi attimi. Si passano le mascherine e posano come i giocatori che scambiano i gagliardetti al centro del campo. Non ci sono porte da bruciare, muri da distruggere, ma solo persone e stille di amore per la vita.

Il Dono, oggi, lo abbiamo ricevuto noi.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Riparte il progetto iDO: cresce la squadra con altri bimbi e ragazzi ed è pronta a giocarsi la partita.

di

Non abbiamo appeso le scarpe al chiodo durante il lockdown, ma abbiamo continuato a lavorare ed essere in rete. L’associazione iFun e...

Il progetto iDO verso lo spin off universitario.

di

Il progetto iDO, che l’associazione iFun sta portando avanti col sostegno di Fondazione con il Sud, si avvia a diventare uno spin...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK